La Coppa Italia riparte da Livorno, seicento tennisti al Uappala Villa Lloyd

10.06.2023 20:43 di Marco Ceccarini   vedi letture
Un momento della presentazione
Un momento della presentazione
© foto di Amaranta.it

Livorno – Torna la Coppa Italia di tennis e ad organizzare la prima edizione del nuovo corso sarà, dal 16 al 20 giugno per la fase argento, dal 23 al 25 giugno per la fase oro, lo Uappala sporting club Villa Lloyd, il più antico circolo tennistico di Livorno.

Si tratta del primo grande evento di questo genere organizzato dalla Fitp, la Federazione italiana tennis e padel, sotto l’egida del Tpra, il Tennis padel ranking amatoriale.

Sui campi del club che conta tra i propri soci il capitano non giocatore della squadra italiana di Coppa Davis, Filippo Volandri, si daranno battaglia oltre settanta squadre, per l’esattezza 72, ogni fine settimana, composte ognuna da almeno quattro o cinque elementi, per un totale di oltre seicento atleti, in molti casi accompagnati da amici o familiari, che in quei giorni soggiorneranno in città dando ossigeno alle strutture ricettive livornesi, alberghi e ristoranti.

“Sarà una kermesse di grande impatto non solo a livello sportivo ma anche turistico con tennisti provenienti da ogni parte d’Italia”, ha affermato durante la presentazione dell’evento svolta quest’oggi, sabato 10 giugno, il presidente del circolo, Roberto Piccini. Che ha precisato: “E’ indubbiamente una bella ed importante responsabilità che pensiamo di essere assolutamente in grado di assolvere”.

Sull’importanza non solo sportiva ma anche turistica del torneo, con tennisti provenienti da tutta Italia, ha messo l’accento anche il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, già socio e dirigente del circolo, che ha aggiunto: “E’ un evento prestigioso ospitato in un club che ha storicamente formato ottimi giocatori e che negli ultimi tempi ha ripreso vigore”. E ancora: “Livorno dimostra ancora una volta di essere una città all’avanguardia in ambito sportivo”.

I giocatori e le giocatrici in gara dovranno avere almeno 16 anni. Non ci sono invece limiti massimi di età. Per partecipare alla Coppa Italia bisogna appartenere al massimo alla IV categoria. Le sfide saranno trasmesse in diretta streaming sul sito Supertennix.it.

“Chi vince otterrà il titolo di campione italiano sia in campo maschile che femminile”, ha evidenziato il delegato provinciale della Fitp, Gino Baccheretti, che ha anche ricordato la grande tradizione tennistica livornese. Oltre a Volandri, negli anni scorsi, anche Marzio Martelli ha portato il nome di Livorno in Coppa Davis. Nel settembre 2004, inoltre, proprio i campi di Villa Lloyd ospitarono alla sfida alla Polonia di Coppa Davis.

“Questa è l’edizione zero”, ha sottolineato il responsabile nazionale del circuito Tpra, Luca Viviani. “E’ iniziata a gennaio con oltre mille squadre per un totale di circa undicimila partecipanti e adesso si appresta a vivere la sua fase conclusiva”.

Entrambi i sabati sera, al circolo, sarà organizzata una cacciuccata come momento di aggregazione ma anche come celebrazione delle tradizioni livornesi.

“Si tratta di un circolo assolutamente in grado di ospitare un grande evento come questo”, ha concluso il delegato provinciale del Coni, Gianni Giannone. “Livorno merita di porsi all’attenzione nazionale per occasioni di questo di alto livello”.