Nuoto. Gran debutto nella coppa Brema per la Livorno Aquatis

02.01.2021 19:16 di Anna Viola   Vedi letture
Nuoto. Gran debutto nella coppa Brema per la Livorno Aquatis
© foto di Livorno Aquatis

Livorno – Grande debutto per la Livorno Aquatis nella fase regionale della coppa Caduti di Brema. La squadra maschile ha infatti centrato la qualificazione alla finale scudetto, Serie A1, grazie ai 11978 punti conquistati, quinto miglior punteggio a livello nazionale. Un traguardo prestigioso per Federico Turrini e compagni, capaci di mettere in acqua qualità, energie ed attaccamento alla maglia, per l’esattezza alla nuova maglia, dato che la Livorno Aquatis è sorta un mese fa con l’ambizioso obiettivo di riunire tutte le società di nuoto cittadine al fine di creare un unico forte sodalizio.

Prezioso è stato il contributo di Matteo Ciampi, un vero fulmine nei 200 dorso e nei 200 delfino, ma anche di Lorenzo Biancalana, Dario Verani, Giulio Meniconi, Filippo Bondi e Matteo Betti.

A un soffio dalla qualificazione alla Serie A2, poi, si è classificato il team femminile, diciottesimo con 10918 punti. Sul blocco di partenza, per i colori livornesi, Sara Franceschi, Adele Benedetti, Laura Stefani, Jasmin Pistelli, Claudia Rossi, Gaia Giovannoni e Sara Manuelli.

Per quanto concerne la pallanuoto, invece, alla vigilia di Natale il settore capitanato dal tecnico Jacopo Toninelli ha ricordato attraverso un minuto di raccoglimento e una raccolta fondi la figura di Filippo Arpesani, strappato alla vita troppo presto, l’11 settembre 2018, vittima di un incidente stradale. La donazione, pari a circa 1000 euro, è stata effettuata a favore della fondazione Rosso come Pippo, sorta nel gennaio del 2019, allo scopo di aiutare i ragazzi e le ragazze adolescenti meno fortunati, aiutandoli a sentirsi autosufficienti ed a sostenerli nell’individuazione e nel raggiungimento dei loro obiettivi, farli sentire capaci di cercare una vita piena e soddisfacente attraverso l’avviamento allo sport e dando vita ad eventi di formazione ed orientamento.

“Come avrebbe voluto il cuore grande di Pippo”, ha detto l’allenatore Toninelli.