Atletica. Prestigioso premio internazionale a Sofia Fiorini

28.07.2021 21:51 di John Dole Twitter:    vedi letture
Fonte: John Doe
Sofia Fiorini, Massimo Passoni
Sofia Fiorini, Massimo Passoni
© foto di John Doe

Livorno - Bella notizia, arrivata inaspettata nell'ambiente della ASD Atletica Libertas Unicusano Livorno. La società amaranto è stata informata che una delle sue migliori marciatrici, Sofia Fiorini, terza agli ultimi campionati italiani della specialità, è stata insignita del XXV premio internazionale Fair Play Menarini. E' un onore per l'atleta essere premiata a Castiglion Fiorentino il prossimo 1 settembre, ma è un onore anche per la società che da un comunicato fattoci pervenire ribadisce che la cultura sportiva sia non solamente quella della vittoria ma sia quella del rispetto degli avversari, del rispetto delle regole e ci sia la maturità che consente di svolgere sia le attività di atletica leggera e sia quelle kegate allo studio. E' un segnale di continuità anche con lo sponsor Unicusano, l'Università telematica, che da quest'anno segue con attenzione le attività della società amaranto di cui è diventato sponsor. Insieme a Sofia Fiorini verranno premiati illustri personaggi dello sport, fra cui l'ex calciatore Hansi Mueller, il calciatore Massimo Bonini, il boxeur Patrizio Oliva, l'ex arbitro Pierluigi Collina, il grande basket rappresentato da Pierluigi Marzorati, il tennis con Stefan Edberg, e l'allenatore del Bologna calcio Sinisa Mihajlovic.

Alla luce dei personaggi premiati assume un valore ancor più alto il premio dato alla marciatrice livornese della Libertas, Sofia Fiorini, che dalla sua parte ha la semplicità della visione sportiva, sempre pronta a dare il massimo in gara ma altrettanto a mostrare attenzione e rispettare le decisioni dei giudici, e rispettare la valenza delle avversarie. Non è una atleta che ha mai protestato anche nei casi in cui le decisioni dei giudici erano avverse a lei. Questa è la cultura sportiva che vogliamo veder sui campi, è la  cultura che poi si ripercuote nella vita di tutti i giorni. La marciatrice amaranto studia spesso in auto nel percorso (circa due ore) che due o tre volte la settimana fa con il padre da Poppi, nel casentino, per allenarsi al campo sportivo scolastico di Livorno. Quindi grande sacrificio ma determinazione ed animo gentile fanno si che tutta la squadra gioisca con lei.

Da parte della redazione di Amaranta le congratulazioni per il raggiungimento di un risultato che onora la nostra città.