Luca Battagello candidato al comitato toscano della Fir

11.05.2021 18:54 di Gabriele Gianfaldoni Twitter:    Vedi letture
Luca Battagello candidato al comitato toscano della Fir

Livorno - Luca Battagello ha iniziato a giocare nel Rugby Livorno nel 1987, ancor prima di compiere 11 anni, ed ha chiuso la sua carriera agonistica 30 anni più tardi, nel 2017. Il valido trequarti ha festeggiato, come atleta, ben cinque promozioni, due delle quali nella massima serie. È sempre stato fedele al sodalizio delle Tre Rose. Attualmente è attivo nell’organigramma dirigenziale (con un ruolo non secondario) della stessa società biancoverde. «Ho avuto la fortuna – sottolinea – di esordire in prima squadra nella favolosa annata 1994/95, quando, con Guglielmo Prima allenatore, riuscimmo nell’impresa di centrare la promozione dalla serie A2 all’A1. Era, quella con i vari Bell, Guidi, Giles, De Rossi, Goti, una grande squadra, con determinati valori che mi hanno segnato per tutta la vita. Sportiva, ma anche non sportiva». Battagello ora si candida per il ruolo di consigliere del comitato toscano della FIR. Il rinnovo delle cariche del Crt è previsto nell’assemblea di questo sabato. «Mi candido per riportare il rugby dentro ai club. Le linee guida federali vogliono che i giocatori ritornino a crescere nei club, insieme ai club, e ricreare quel senso di appartenenza che adesso non esiste più». È solo una coincidenza, ma, guarda caso, proprio in questo fine settimana in cui Battagello giocherà la ‘sua partita’ fuori dal campo, torneranno in scena, dopo 15 lunghissimi mesi di assenza, le rappresentative biancoverdi under 18 e under 16, che affronteranno, domenica in amichevole, in trasferta, i rispettivi pari età dei Cavalieri Prato/Sesto. «Sia la nostra under 18, sia la nostra under 16 – ricorda Battagello – erano lanciatissime, fino al febbraio 2020, ai vertici dei rispettivi campionati e forse avrebbero potuto anche celebrare il doppio titolo italiano. Purtroppo, l’emergenza sanitaria ha determinato la sospensione e l’annullamento di tutti i tornei. Sempre per colpa della pandemia, a parte il Top 10, tutti i campionati domestici, seniores e giovanili, non sono neppure scattati in questa annata. Per le nostre under 18 e under 16 sarà, quello di domenica, il debutto stagionale. Ma, nonostante le restrizioni e le difficoltà, nessuno tra i giocatori biancoverdi di tutte le categorie si è tirato indietro. È giusto in tal senso ringraziare pubblicamente gli stessi atleti e tutto il nostro ambiente: tutti quanti sono riusciti a vincere la difficile sfida. Una sfida all’insegna del senso di appartenenza…».