Neri saluta il Picchi, per lui si aprono le porte del Livorno

01.07.2022 22:41 di Marco Ceccarini   vedi letture
Francesco Neri
Francesco Neri

Livorno - "Dopo dieci anni di prima squadra e tanti altri di settore giovanile le strade tra la società bianco-amaranto e Francesco Neri si separano. Questo con Francesco non è un addio, ma un saluto. Una stretta di mano, un abbraccio sincero ed emozionato e un enorme in bocca al lupo per quello che sarà. Arrivato in prima squadra da ‘quota’, Francesco ogni anno è riuscito a ritagliarsi un spazio maggiore fino ad arrivare ad indossare la fascia da capitano e diventare il riferimento assoluto, tecnico e morale, di questa squadra. La fascia sinistra di Banditella potrebbe tranquillamente prendere il suo nome. Sterzate, dribbling, giocate di estro e talento puro che in questi anni hanno reso grande il Picchi e che grazie all’ultima eccezionale stagione permetteranno a Checco di vivere avventure ancora più ambiziose ed emozionanti".

Così, attraverso un post congiunto tra la società Armando Picchi Calcio e l'ormai ex capitano bianco-amaranto Francesco Neri, le due parti annunciano l'addio di Neri al Picchi Livorno.

"Ringrazio la società, gli allenatori e tutti i compagni di squadra che ho avuto in questi anni. È stato un viaggio fantastico e il merito va suddiviso con tutti coloro che ne hanno fatto parte. In questi anni sono cresciuto come uomo e come calciatore, per questo il Picchi sarà per sempre una parentesi speciale per me e Banditella resterà una seconda casa. È stato un onore è una storia indimenticabile. Grazie", afferma da parte sua Neri.

E il Picchi ribatte: "Grazie a te, Francesco. Fantasista fenomenale, bomber di razza. Uomo gruppo straordinario e compagno di squadra che ogni giocatore vorrebbe avere. Insieme abbiamo scritto la storia. È stato pazzesco".

Francesco Neri, 25 anni, attaccante e regista offensivo, con ogni probabilità, firmerà nelle prossime ore per l'Unione Sportiva Livorno. Per lui si apre la possibilità di vivere una stagione importante per la squadra che porta il nome della città in cui è nato ed è cresciuto come uomo e come calciatore.