Eccellenza. La scalata del Livorno parte da Castelfiorentino

02.10.2021 17:23 di Luca Aprea Twitter:    vedi letture
Eccellenza. La scalata del Livorno parte da Castelfiorentino

Livorno – Se, come tutti ci auguriamo, la risalita amaranto verso le categorie professionistiche e sarà rapida e entusiasmante, la data del 3 ottobre 2021 andrà cerchiata in rosso sul calendario perpetuo della Storia del calcio livornese. Perché sarà quella la partita dove tutto avrà avuto inizio. Dallo stadio Comunale “Riccardo Neri” di Castelfiorentino per la precisione. I famosi “campi polverosi” di cui, per mesi abbiamo rivendicato con orgoglio di non aver paura adesso ci aspettano al varco. Il Livorno è stato costruito per 'uccidere' il campionato e ha tutte le potenzialità per fare ciò che deve ma, attenzione, perché l'ultima parola spetta al campo. E il rettangolo verde, già a partire dalla gara di Coppa contro il Picchi, ha detto che questa rosa è stata assemblata in pochissimo tempo, i giocatori sono un gruppo ma non ancora una squadra e che le insidie sono dietro l'angolo. Saranno tutte, soprattutto all'inizio, partite sudate e tirate contro avversari pronti a fare la partita della vita al cospetto degli amaranto. Succedeva spesso in C figuriamoci in Eccellenza.

Nella trasferta al Castello il Livorno potrà finalmente avere a disposizione Daniele Vantaggiato e Giuseppe Torromino, due big davvero fuori categoria. Da capire se mister Buglio vorrà gettarli subito nella mischia. In attacco comunque il tandem formato da Ferretti e Frati con Bellazzini pronto a ispirarli offre adeguate garanzie come si è visto domenica sera. Qualcosa andrà registrato in difesa dove, sui calci piazzati, qualche automatismo è ancora da oliare. Tutto nella norma, ci mancherebbe, ma servirà la massima attenzione perché il campionato è breve (il girone è composto da 13 squadre) e ogni passo falso può costare caro.

L'avversario di turno, il Castelfiorentino, sta bene ed è in salute. In Coppa Italia i gialloblu hanno infatti eliminato il San Miniato Basso (2-2 e 1-0), una delle squadre, insieme al Perignano, accreditate come tra le principali antagoniste degli amaranto nel girone. In attacco ci saranno Lenti e Torrente con Bruzzone, autore della rete qualificazione in Coppa, pronti a far male.

In questa trasferta che resterà comunque “storica” il Livorno sarà accompagnato da circa 400 tifosi, anzi, innamorati, amaranto. Per chi non potrà essere presente l'appuntamento è sui social di Amaranta.it per seguire live in diretta streaming la partita. Tutti insieme, vicini e lontani, al fianco della nuova vecchia Unione Sportiva. Oltre la categoria.

Per quanto riguarda il Picchi, la squadra livornese, che ha ben figurato in precampionato, ospiterà in Banditella la Cuoiopelli, mentre l'Atletico Piombino renderà visita al Tuttocuoio.