Juniores. Il Livorno perde un'occasione con il San Donato, 1 a 1

18.02.2024 22:29 di Gianluca Andreuccetti   vedi letture
Juniores. Il Livorno perde un'occasione con il San Donato, 1 a 1
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com

Pontedera – Il Livorno di Niccolò Pascali non riesce a piegare la resistenza del San Donato Tavarnelle, rivelatosi avversario coriaceo già nel girone di andata quando servì un gol di Jacopo Marinari per battere i gialloblù a tre minuti dalla fine, e, ciononostante, riesce a mantenere la vetta della classifica in coabitazione con la Sangiovannese, vittoriosa in casa contro il Mobilieri Ponsacco (4 a 1 il risultato finale), e ad allungare in classifica sulla più diretta inseguitrice Tau Altopascio, sconfitta in casa dall’Aquila Montevarchi in uno scontro diretto che ha visto la formazione della provincia di Arezzo prevalere in campo avverso con il risultato di 2 a 0: ora il campionato si fermerà una settimana e ripartirà sabato 2 marzo con la difficile trasferta di Montevarchi, che vedrà gli amaranto impegnati in un interessantissimo scontro al vertice della classifica.

Disputato eccezionalmente sul terreno di gioco del “Nuovo Marconcini” di Pontedera, il confronto tra Livorno e San Donato Tavarnelle si è rivelato sin da subito molto combattuto e caratterizzato da toni agonistici molto accesi, con la squadra di Marco Berchielli pronta a tutto pur di tornare a casa con un risultato positivo: a sbloccare il punteggio al 18’ pt, a seguito di una bellissima azione, è stata l’ala italo-tunisina Jihed Jendoubi, bravo a riconquistare palla al limite dell’area, a saltare un uomo, a servire Haka in profondità, a recuperare il pallone dallo stesso Haka e a depositare alle spalle del portiere De Carlo; gli ospiti hanno pareggiato quattro minuti dopo grazie a una punizione a mezza altezza di Vettori, che ha aggirato la barriera ed è andata a spengersi alle spalle del portiere Tani.

Nel complesso, è stato il Livorno ad avere le migliori occasioni e a sfiorare più volte il vantaggio, sia nel primo tempo con una punizione di Angelotti, che ha colpito il palo e il portiere, sia nel secondo tempo con tre-quattro occasioni da gol, due delle quali capitate tra i piedi di Edgars Pavlenko: il portiere De Carlo, di gran lunga il migliore in campo, è stato costantemente impegnato dalle azioni degli attaccanti amaranto, ma tutto ciò non è bastato a consentire al Livorno di concretizzare la propria superiorità dal punto di vista del risultato.       

Livorno: Tani; Brisciani (35’ st Gogua), Haka (19’ st Lepri), Vallini, Biondi (32’ st Orsini), Pacifico, Boroduŝka (5’ st Tantardini), Sottile, Pavlenko, Jendoubi, Angelotti (22’ st Bottoni). A disp.: Ciobanu; Chicca, Arigoni, Menicagli. All.: N. Pascali

San Donato Tavarnelle: De Carlo; Di Benedetto, Fratini, Vettori (28’ st Del Zotto), Ferraro, Gistri (50’ st Marchiani), Pazzagli, Bianchini, Biliotti (33’ st Gianneschi), Calonaci (39’ st Tronca), Pierucci (15’ st Perini). A disp.: Puppato; Mancini, Andrei, Bacci. All.: M. Berchielli

Marcatori: 18’ pt Jendoubi; 22’ pt Vettori

Arbitro: Francesco Trebbi di Pisa, coadiuvato da Alessio Bragoni di Carrara (assistente n. 1) e da Luca Massa di Carrara (assistente n. 2)

Note: espulso Ferraro (46’ st); ammoniti Haka (19’ pt), Jendoubi (36’ pt), Tantardini (42’ st) e Ferraro (19’ st)