Serie D. Stringara, Pro Livorno: "Pagate le molte assenze e regalati due gol"

23.01.2022 21:51 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Paolo Stringara
Paolo Stringara
© foto di Marco Ceccarini, Amaranta.it

Livorno – La Pro Livorno sorgenti ha perso questo pomeriggio 4 a 1 in trasferta contro la Pianese, un match indirizzato dall’inizio con la Pro Livorno che sembra poter rientrare in partita solo nella parte finale del primo tempo, terza sconfitta consecutiva e dodicesima finora che chiude il girone di andata con i labronici ultimi a 9 punti ma la rimonta per la zona play-off ad oggi è tutt’altro che impossibile dato che Cascina e Rieti sono sopra di appena quattro punti ferme a 13.

Il mister dei bianco-verdi Paolo Stringara, raggiunto telefonicamente, è molto critico riguardo al secondo e al terzo gol subito: “Non possiamo concedere due palle gol così agli avversari, in una partita contro una squadra importante, secondo me avevamo giocato abbastanza bene fino ai due gol concessi a cavallo tra primo tempo e il secondo. Abbiamo fatto fatica in tutto, fisicamente ma anche mentalmente e questo è un problema grosso, la squadra stava anche facendo abbastanza bene.”

Dando invece uno sguardo più ampio sul calendario delle scorse partite e su come la squadra arriva alla prossima Stringara dice che: “Con la prossima io avrò fatto 9 partite di cui 6 fuori casa ma il problema non è questo, il problema è cercare di recuperare più giocatori possibili, oggi non c’era neanche uno dei nuovi acquisti in campo, mancavano Camarlinghi e Solimano.” Ma c’è anche spazio per una buona notizia: “Una nota positiva è Fancelli, un difensore classe 2004 che ha giocato veramente un’ottima partita, sono molto contento.”

Per quanto riguarda invece i tempi di recupero di alcuni degli infortunati: “Per quanto riguarda Guglielmi ha accusato un problema al ginocchio, mentre Seminara e Solimano hanno avuto qualche linea di febbre a causa di influenze stagionali e spero e penso di recuperarli per la prossima, Camarlinghi rientra sicuramente dalla squalifica. Il problema è che oggi proprio numericamente facevamo fatica, c’erano molti ragazzini della juniores, cominciavano a essere tanti i giocatori che mancavano e un po' abbiamo pagato però ripeto che abbiamo pagato soprattutto queste due grosse disattenzioni che abbiamo avuto, questi due grossi errori che abbiamo fatto perché una partita sull’uno a zero è ancora tutta aperta ed è ancora tutto in bilico però se facciamo questi due regali, non solo perché giocano molto bene ma non si possono regalare due gol.”