Sala stampa. Amoroso, Seravezza: "Ci sta girando tutto male"

03.03.2024 21:02 di Andrea Mercurio Twitter:    vedi letture
Christian Amoroso
Christian Amoroso
© foto di Nicola Ricci, Amaranta.it

Seravezza- Una sconfitta, quella in casa contro il Livorno, difficile da digerire per il Seravezza Pozzi sopratutto per come è arrivata. Nel secondo tempo la squadra della Versilia era riuscita a pareggiarla grazie al rigore di Benedetti e invece iil gol in zona Cesarini di Tanasa la costringe alla terza sconfitta consecutiva, sei nelle ultime 7. In sala stampa il tecnico verde azzurro Christian Amoroso ha commentato il momento e l'andamento della gara.

"Ci sta girando tutto male, anche oggi la squadra ha fatto un ottima prestazione, la squadra è stata bene in campo ha corso e secondo me ha espresso anche un buon gioco. Abbiamo preso due gol abbastanza fortuiti e  la beffa finale è a capo del momento negativo che stiamo vivendo. Abbiamo raccolto veramente troppo poco per quello che abbiamo creato e dispiace sopratutto per i ragazzi. Oggi per quello che si è visto in campo il pareggio era il risultato più giusto e forse avremmo meritato anche di vincere noi, il Livorno nel secondo tempo ha tirato la palla in avanti e poco altro.”

Nell'immediato futuro la strada da seguire per Amoroso è molto chiara: “Noi dobbiamo concentrarci su quello che possiamo controllare non fortuna o sfortuna, dobbiamo continuare a lavorare in questo modo e credere nel lavoro che facciamo perché la squadra funziona. Oggi abbiamo fatto anche qualcosa di diverso e possiamo giocare con un modulo diverso. La cosa importante adesso è però tenere il morale alto nonostante tutto quello che ci sta accadendo”

Nel girone di ritorno il Seravezza Pozzi ha raccolto solo 4 punti e a mancare sembrano essere i gol realizzati, a tal proposito il mister commenta: “ Si una differenza è quella, facciamo più fatica a segnare però occasioni ne creiamo e raccogliamo troppo poco. Il modulo di oggi non è il nostro ideale però ho visto buone cose anche da chi ha giocato fuori ruolo come Brugugnone o lo stesso Camarlinghi che quando ha trovato la posizione ha fatto molto bene.La strada è quella giusta e dobbiamo andare avanti con questa intensità non c'è altro da fare.”