Esciua, presidente del Livorno: "Prestazione non all'altezza, chiedo scusa"

28.03.2024 23:48 di Andrea Mercurio Twitter:    vedi letture
Joel Esciua
Joel Esciua
© foto di Amaranta.it

Pontedera – Nel post gara di Cenaia – Livorno, terminata 1 a 1, anche il presidente del club labronico Joel Esciua ha preso parola in sala stampa per commentare la gara e sopratutto chiedere scusa per la prestazione non all'altezza offerta dalla squadra.

"Oggi sono qua principalmente per chiedere scusa, provo anche un po' di vergogna. Siamo venuti in un bel campo accompagnati dai nostri tifosi che sono stati commoventi nel sostenere la squadra fino alla fine. Abbiamo fatto una prestazione non all'altezza, i giocatori non hanno messo neanche la voglia di vincere contro un avversaria che ha fatto la sua onestà partita.

Analizzando velocemente la partita il presidente si sofferma sulla parte finale in cui il Livorno ha giocato con un uomo in più: "Scuse non c'è ne sono, se nel primo tempo dovevi fare almeno un altro gol nella ripresa non puoi concedere così tanto. L'apice della vergogna l'abbiamo raggiunta quando il Cenaia è rimasto in 10 e a tratti in 9 e noi abbiamo litigato col pallone."

“Oggi non salvo nessuno né nella squadra né in società, abbiamo preso giocatori che non hanno abbastanza voglia, con la pancia troppo piena e che probabilmente non hanno avuto un atteggiamento abbastanza volenteroso. Se le prestazioni devono essere queste meglio mettere 2 o 3 ragazzi della primavera. In questa società non ci sarà più spazio per superficialità arrendevolezza o mancanza di volontà."

"Sono estremamente deluso dalla prestazione di oggi e non è la prima volta, anche domenica scorsa che abbiamo vinto abbiamo fatto bene 20' minuti nel secondo tempo. Sicuramente cambieremo qualcosa, abbiamo appena accettato le dimissioni di Gianni Tacchi ed è una decisione che forse sarebbe dovuta essere presa prima, ma che ovviamente non c'entra con la partita di oggi."

Guardando al futuro e in particolare alla prossima stagione Esciua commenta: “Dovrò pensare bene a quali sono i giocatori e lo staff che sarà ancora con noi l'anno prossimo perché quello che ho visto oggi è veramente indegno per una squadra che vuole vincere. Noi lavoriamo per arrivare almeno ai play off e pensare partita per partita, però concedetemi che devo provare a cambiare qualcosa dopo prestazioni del genere. Il progetto a lungo termine rimane quello di arrivare in B in 5 anni, se non ci sarà promozione questo sarà un anno perso e dopo oggi le possibilità sono ridotte al lumicino.”