La Francia usa il cervello, stagione calcistica annullata

28.04.2020 23:10 di Marco Ceccarini   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
La Francia usa il cervello, stagione calcistica annullata

Livorno - La Francia non forza le cose ed usa il cervello. Prende atto che non ci sono le condizioni per ipotizzare una ripresa ed annulla la stagione calcistica, Ligue 1 compresa. Il calcio francese, dunque, chiude i battenti, per quest'anno, al pari della Top 14 di rugby.

Lo ha annunciato il premier francese, Edouard Philippe, che ha spiegato che gli sport individuali potranno ripartire l'11 maggio, ma che fino a settembre non sarà permesso alcun assembramento per eventi sportivi. 

Dando per scontata l'impraticabilità della proposta di Lione e Nizza di finire l'attuale campionato in autunno giocando tra settembre e dicembre, la stagione calcistica, ha spiegato Philippe, non può che chiudersi qui. Resta da attribuire il titolo di campione di Francia, sempre che sia attribuito. Il Paris Saint Germain aveva 12 punti di vantaggio sul Marsiglia malgrado una partita in meno, dunque il titolo potrebbe essere conferito a tavolino come accaduto all'Ajax in Olanda. Per le qualificazioni in Champions ed Europa League, invece, si potrebbe usare la classifica alla 27esima giornata, l'ultima giocata da tutti, mentre le retrocessioni saranno bloccate e dalla Ligue 2 dovrebbero salire due squadre per formare una massima divisione, il prossimo anno, a 22 squadre.

Una procedura analoga sarà utilizzata, a cascata, per tutte le categorie del calcio francese.