Via dall'incubo

01.10.2020 22:09 di David Mosseri Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Via dall'incubo

Livorno – Il Livorno calcio è senza pace. E la tifoseria invoca a gran voce una chiarezza che sinora è mancata totalmente. Una impasse, quella scaturita dalla diatriba societaria, che ha già in parte compromesso, a pochissimi giorni dalla chiusura del mercato prevista per il 5 ottobre, quanto meno la costruzione iniziale della squadra, se non addirittura l’intera stagione. Questo per non parlare del rischio paventato di eventuali penalizzazioni ch, però, pare al momento scampato.

Tutte situazioni che Livorno non merita, come non merita che l’appello dei giorni scorsi del sindaco Salvetti per fare da tramite per un incontro, che doveva svolgersi oggi, giovedì 1 ottobre, incontro chiarificatore tra le parti, cada nel dimenticatoio. Bisogna uscire una volta per tutte dall’incubo. Chi può, deve intervenire subito per mettere fine a una guerra che, se non finirà, potrà portare solo a una conclusione: la fine del calcio professionistico a Livorno. E allora invochiamo rispetto, vagonate di rispetto per una storia gloriosa e centenaria, e una passione che unisce.
Quello che è in gioco, nel doloroso dibattito odierno, non sono certo i personalismi di qualcuno, che ci interessano zero, sono invece in gioco quei valori per i quali la nostra stessa appartenenza assume un senso.