Un gol per tempo e il Livorno 1915 stende il Prato 2000, 2 a 0

08.09.2021 23:32 di Marco Frosini Twitter:    vedi letture
Prato 2000 e Livorno 2015
Prato 2000 e Livorno 2015
© foto di Marco Frosini, Amaranta.it

Rosignano Solvay – Sotto gli occhi del Presidente Toccafondi e degli ex Protti, Tancredi e Melani, il Livorno targato Buglio ha la meglio su di un ottimo Prato 2000, avversario ben diverso dal Solvay Rosignano affrontato a battuto domenica sera.

Tra le facce note si rivede anche Mazzoni, al rientro dopo due anni di inattività e con grande voglia di rimettersi in gioco, ancora una volta con la maglia del Livorno. Per lui però sarà solo tribuna in attesa della migliore condizione.

Buglio resta fedele al 4-3-1-2 ma cambia alcuni interpreti rispetto a tre giorni fa: fuori Fontanelli, Giampà e Giuliani per Pulidori, Gelsi jr e Milianti, quest’oggi capitano per l’occasione. Confermato il tridente Bellazzini-Frati-Ferretti.

La novità in panchina è la convocazione di Orarah Johnson, ventiduenne in prova dopo l’esperienza con l’Enna in Eccellenza.
Nel riscaldamento si fa male Marinai, al suo posto torna titolare Pulina.

Il primo tempo si apre con un’occasione per il Livorno: Gargiulo cerca e trova la profondità di Ferretti, ma Brunelli è attento e respinge di pugno. Poco dopo è ancora il centravanti amaranto che sfonda sulla sinistra e si presenta davanti a Brunelli, la conclusione sbatte sull’estremo pratese e l’azione sfuma.

Due minuti più tardi si fa vedere anche Bellazzini con una punizione decentrata che non impensierisce la retroguardia biancogialloblu.
All’11’ è ancora Gargiulo che prova il lancio per Frati, Brunelli fa sua la sfera.

La gara si fa intensa, con entrambe le squadre a lottare su ogni pallone; a farne le spese è Proietto che stende Bellazzini lanciato sulla destra: per il terzino pratese arriva il primo giallo del match. Sulla conseguente punizione gli amaranto sprecano e l’occasione svanisce.

Al quarto d’ora si fa vedere anche il Prato 2000, con una conclusione di Baroncelli ribattuta dalla difesa amaranto.

Il conto delle reti resta pari, e pari torna anche quello dei cartellini: disimpegno errato della mediana livornese con Algerino che recupera la sfera e che si invola verso l’area avversaria, Franzoni lo stende e il signor Scalise non può far altro che estrarre il giallo.

Alla mezz’ora si rinnova il duello tra Bellazzini e Brunelli: punizione tagliata dalla destra e presa plastica dell’estremo ospite.

La partita è vivace e con continui ribaltamenti di fronte senza però colpo ferire. Uno sgusciante Frati si libera della marcatura sulla trequarti e serve Ferretti, il contatto con Ghidotti è dubbio ma Scalise lascia correre.

Passano soltanto tre minuti ed il Livorno passa: l’onnipresente Gargiulo vede il taglio in profondità di Franzoni che brucia l’intera difesa biancogialloblu, entra in area e beffa Brunelli sul proprio palo. Al 42’ è 1 a 0 meritato per gli amaranto.

Prima della fine della prima frazione c’è ancora tempo per alcuni interventi duri tra le due squadre, ma l’arbitro lascia giocare senza spezzettare troppo il gioco.

Nell’intervallo mister Buglio opta per Fontanelli, Giampà, Orarah Johnson e Durante in luogo di Pulidori, Milianti, Gelsi e di uno stanco Ferretti.

La ripresa si apre con il Prato 2000 che parte forte con le conclusioni di Servillo, di Baroncelli e di Dingozi che trovano pronta la retroguardia amaranto.

Dobbiamo aspettare il 7’ per la prima conclusione del Livorno nei secondi 45 minuti: Gargiulo batte forte una punizione dal limite, ma Frati non è bravo a toccare la palla quanto basta e l’azione termina in corner.

Poco dopo è Durante a divorarsi il raddoppio con una ciabattata che si spegne alla destra di Brunelli.

Al 12’ gli ospiti vanno vicinissimi al pareggio con una doppia conclusione di Dingozi e di Rozzi, ma Palmiero è bravo a respingere sulla linea.

Alla mezz’ora si fa vedere anche il giovane Johnson con un tiro che viene ribattuto in angolo. Lo stesso centrocampista nigeriano spreca una buona occasione sul conseguente angolo.

Sul ribaltamento di fronte è Longhi che prova la botta da lontano con Fontanelli che osserva sibilare la palla non lontano dall’incrocio dei pali.

A dieci dal termine è ancora Rozzi ha mancare il punto dell’1 a 1 con una punizione velenosa che manca di poco il bersaglio. Ancora brividi per il Livorno che non riesce a mantenere il controllo del gioco nonostante un tasso tecnico superiore. Qualche minuto dopo lo stesso attaccante ospite getta al vento un’ottima occasione.

In pieno recupero arriva il raddoppio del Livorno con Durante che scatta sul filo del fuorigioco e che mantiene il sangue freddo quanto basta per insaccare alle spalle di Pellegrini.

Dopo cinque minuti di recupero è festa amaranto, con tutti i giocatori a salutare ed a raccogliere gli applausi degli spettatori.

Livorno 1915 – Prato 2000 2 – 0 (1 – 0)

Livorno 1915: 1 Pulidori P (1’ st Fontanelli P), 2 Franzoni TD, 3 Palmiero TS, 4 Gargiulo CC (23’ st Giuliani CS), 5 Milianti DCD (1’ st Giampà DCD), 6 Ghinassi DCS, 20 Pulina CD (23’ st Pini CC), 8 Gelsi CS (1’ st Orarah Johnson CS, poi CD), 9 Ferretti AS (1’ st Durante AS, poi AD), 10 Bellazzini TQ, 11 Frati AD (20’ Nunzi AS). A disp. 12 Fontanelli, 13 Giampà, 14 De Stefano, 15 Giuliani, 16 Pini, 17 Nunzi, 18 Durante, 19 Orarah Johnson. All. Buglio.

Prato 2000: 1 Brunelli, 2 Chiti, 3 Proietto, 4 Lunghi, 5 Mazzanti, 6 Ghidotti, 7 Baroncelli, 8 Safina, 9 Mearini, 10 Algerino, 11 Servillo. A disp. 12 Pellegrini, 13 Testaguzza, 14 Zinna, 15 Rinaldi, 16 Michelozzi, 17 Fratoni, 18 Dingozi, 19 Rozzi, 20 Franchini, 21 Corso, 22 Rosselli, 23 Bartolini. All. Settesoldi.

Arbitro: Scalise di Piombino, guardalinee Corcione di Pisa e Corsini di Livorno.

Reti: 42’ pt Franzoni, 49’ st Durante.

Note: campo di gioco in buone condizioni, temperatura 26 gradi circa; ammoniti Proietto e Franzoni, nessun espulso; nel riscaldamento si è fatto male Marinai, al suo posto Pulina; recuperi 1’ pt e 5’ st.