Sala stampa. Esposito, Livorno: "Troppe fragilità, speravo un migliore impatto"

15.01.2023 19:13 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Sala stampa. Esposito, Livorno: "Troppe fragilità, speravo un migliore impatto"
© foto di Amaranta.it

Livorno – Seconda sconfitta del Livorno sotto la gestione Esposito, la sesta in totale, amaranto che non vincono dal 11 dicembre col 2 a 1 contro il Poggibonsi mentre non vincono in trasferta dalla terza di campionato contro il Terranuova Traiana, prossimi avversari del Livorno. Un brutto trend dato che se si considerano le ultime sette partite, quelle sotto Esposito, il Livorno ha raccolto 7 punti (1 vittoria, 4 pareggi, 2 sconfitte) senza mai dare l’impressione fino in fondo di aver trovato una propria identità, anche per la rivoluzione attuata nel mercato, la riprova sono i due pareggi interni, dopo la sconfitta di Orvieto, contro Follonica e Flaminia dove il Livorno avrebbe meritato i 6 punti per quanto visto in campo ma ne ha ottenuti soltanto 2.

Adesso arriva questa sconfitta contro la Sangiovannese che fa bottino pieno, 6 punti tra andata e ritorno, contro il Livorno. Il mister Vincenzo Esposito dopo la partita ha definito questa essere: “Una sconfitta che dimostra che abbiamo fragilità fuori casa, che dimostra che prendiamo gol troppo facilmente anche se è stato viziato da un fallo di mano. Anche se da lì a costruire qualcosa contro una squadra che si difende bene, che fa un certo tipo di calcio su un campo difficile… Abbiamo avuto le nostre occasioni ma le cose che si evidenziano sono che per far gol servono troppe occasioni, siamo poco cinici, facciamo gol dopo dieci occasioni mentre spesso succede che prendiamo gol alla prima folata. Con questo tipo di gare qui sporche in questa categoria sul lungo periodo puoi avere difficoltà, nella parte finale abbiamo sofferto e loro hanno avuto anche occasioni per chiuderla. Abbiamo avuto 3 o 4 occasioni nel primo tempo, fuori casa abbiamo troppe fragilità. Neri ha fatto molto bene domenica, oggi ha fatto fatica, sapevo che non era in condizione ma ci ha dato una mano uguale, abbiamo portato poco volume, abbiamo crossato poco, piano piano ci siamo un po' spenti, il secondo tempo è stato di sofferenza. Nelle due partite scorse abbiamo fatto meglio, oggi abbiamo avuto un buon approccio, l’errore più grosso è stato finire il primo tempo sotto. La squadra manifesta delle fragilità, siamo qui a lavorare cercando di risolvere, se qualcuno ha soluzioni migliori ce lo venga a dire. Frati aveva qualche problema, Neri non era ancora in condizioni straordinarie quindi ha giocato Bamba che ha fatto una gara discreta, più che quota era un giocatore che ci serviva. Il centrocampo ha fatto quella che poteva fare in un campo difficile, il problema è della squadra che ha manifestato delle sofferenze. Speravo in un mio impatto migliore, è un parziale deficitario ma lavoriamo per migliorarlo.”