Supercoppa. La Pielle esce di scena a testa alta a Faenza, 61 a 58

19.09.2021 22:43 di Ercole De Santi   vedi letture
Faenza contro Pielle
Faenza contro Pielle
© foto di Amaranta.it

Faenza – In Romagna si è conclusa oggi, domenica 19 settembre, la corsa della Pielle Unicusano Livorno verso le Final-eight di Supercoppa di Serie B. Dopo i successi al Pala Modì nel derby con la Libertas 1947 Livorno e al Pala Coverciano contro la Pino Firenze, i ragazzi di coach Da Prato si sono arresi, 61 a 58, alla Faenza Raggisolaris al termine di una gara molto combattuta e decisa solo da una tripla nel finale dell’argentino Vico.

Al Pala Cattani, dunque, sono stati i padron di casa a festeggiare, ma i ragazzi di Da Prato escono dalla Supercoppa a testa alta. A Faenza sono sempre rimasti in gara. A fare la differenza, a conti fatti, sono stati il supersonico Vico e l’infaticabile Reale. Tra i piellini, invece, molto bene Lenti, specie ai rimbalzi, mentre in fase realizzativa sono da evidenziare le performance di Iardella, Pederzini e Tempestini, con Lemmi che ha portato in campo tanta concretezza.

Tutto questo, però, non è bastato alla Pielle per centrare l’accesso alle finali di Lignano Sabbiadoro, dove andranno i neroverdi. Tre errori nell’ultimo minuto si sono fatti sentire. Ma l’avvio di stagione, al di là della qualificazione alla Fina-eight, è sicuramente positivo per la Pielle.

Project Faenza Raggisolaris – Pielle Unicusano Livorno 61 a 58

(25-14, 11-19, 13-11, 12-14)

Project Raggisolaris Faenza: Vico 18, Reale 15, Poggi 10, Ugolini 6, Ballabio 5, Petrucci 3, Siberna 2, Ferrari 2, Morara 0, Mazzagatti 0, Cortecchia 0, Bianchi 0. All. Serra.

Tiri liberi 6/8, rimbalzi 45 (18+27), assist: 19.

Pielle Unicusano Livorno: Iardella 13, Pederzini 11, Tempestini 10, Lemmi 9, Lenti 6, Drocker 5, Salvadori 4, Fin 0, Nannipieri, Di Sacco.

Tiri liberi 12/17, rimbalzi 37 (11+26), assist 19.