Serie D. Sconfitta amara per la Pro Livorno contro il Rimini, 1 a 2

23.12.2020 20:19 di Lorenzo Palma Twitter:    Vedi letture
© foto di Amaranta.it
Serie D. Sconfitta amara per la Pro Livorno contro il Rimini, 1 a 2

Livorno - L’ultimo match di questo 2020 è amaro per la Pro Livorno che perde 2 a 1 in casa contro un compatto ma non irresistibile Rimini che gestisce di esperienza e all’ultimo minuto Rossi sbaglia un rigore che avrebbe deciso il risultato.

Come ormai è abitudine, almeno per i match casalinghi, è la Pro Livorno a partire più forte degli avversari che guadagna un calcio d’angolo nei primi minuti e un colpo di testa in mischia spedisce la palla sull’esterno della rete. Due minuti dopo la Pro Livorno commette un errore in uscita palla a terra e nell’uno contro uno Blundo è provvidenziale per salvare il risultato. Al 7’ su un ottimo cross dalla destra di Petri, Filippi per pochissimo non la spinge dentro: terza occasione da gol complessiva nei primissimi minuti. Al 10’ minuto è il Rimini a sbloccarla con Vuthaj che trasforma un rigore, non esattamente netto nato da uno scontro fra Petri e Ambrosini durante la ricezione di un cross. Blundo intuisce ma non ci arriva, trasformazione perfetta da parte del bomber albanese. Da quel momento i ritmi si abbassano e a parte pochi squilli da parte di Rossi e Camarlinghi fra i padroni di casa e di Sambou fra gli ospiti la partita non regala forti emozioni (possesso palla in questa fase gestito principalmente dagli ospiti) fino al 32’ quando Rossi si libera di 2 avversari in un colpo solo servendo Costanzo che a sua volta serve il vicino Filippi che fa partire un filtrante rasoterra per Camarlinghi che viene anticipato di un niente dall’esperto Scotti, portiere avversario classe 1983. La Pro Livorno alza quindi il ritmo e al 34’ Petri con un ottimo cross dalla destra trova Rossi che tira sul portiere, il più veloce di tutti è Camarlinghi che la controlla e praticamente entra in porta col pallone: è 1 a 1. Nel finale del primo tempo il Rimini cerca in tutti i modi di tornare in vantaggio mettendo palloni alti in mezzo ma ci va vicino solo quando colpisce traversa su una ottima punizione battuta da Ricciardi. Primo tempo si chiude con 1’ di recupero, tutto sommato equilibrato tranne i 10 minuti finali dove gli ospiti cercano con molta foga il vantaggio senza però trovarlo, protagonisti Rossi e Sambou che sono gli unici a creare dei grattacapi alle rispettive difese avversarie.

Eccezion fatta per la primissima azione della ripresa dove Rossi si rende ancora pericoloso, è il Rimini a tenere in mano il pallino del gioco senza però riuscire a sfondare e la Pro Livorno riesce col passare dei minuti a eludere la pressione avversaria e prendere campo. Contemporaneamente si moltiplicano le entrate dure da entrambe le parti con l’arbitro che non sanziona niente fino all’entrata a forbice su Camarlinghi intorno al 15’. Al 20’ una delle due occasioni da gol del Rimini del secondo tempo con Vuthaj che incrocia di sinistro sul secondo palo dopo un ottimo strappo in velocità, la pala sfiora il palo esterno e si spenge sul fondo; la seconda occasione è al 26’ sempre con Vuthaj che a tu per tu con Blundo sposta il pallone e finisce in terra, per l’arbitro c’è contatto e decreta il calcio di rigore e stavolta l’attaccante riminese spiazza Blundo. Al 32’ Camarlinghi salta 3 uomini, col quarto c’è un contatto ma per l’arbitro non è rigore. Fino al 90’ la Pro Livorno continua a spingere senza però concretizzare affidandosi alla qualità dei singoli Camarlinghi e Rossi e alla quantità di Costanzo però la squadra accusa l’elevato minutaggio nelle gambe. Al 90’ Camarlinghi salta secco il diretto avversario che lo stende, dal dischetto si presenta Rossi che tira fortissimo alla sinistra del portiere: palo interno col pallone che corre lungo la linea di porta, sfiora l’altro palo e si spenge sul fondo praticamente alla bandierina del calcio d’angolo.

La partita si conclude senza regalare altre emozioni, una Pro Livorno che avrebbe senz’altro meritato di più, può recriminare qualcosa sull’arbitraggio ma nel complesso non è un risultato del tutto bugiardo visti gli oggettivi meriti del Rimini, squadra esperta che 2 anni fa disputava la Serie C, che in determinate fasi della partita ha saputo tenere il pallone. Mister Niccolai riparte dalle sue certezze, in particolare l’attacco col fantasista Giulio Camarlinghi e il capitano e bomber Giacomo Rossi.

Pro Livorno - Rimini 1 a 2 (1 a 1)

Pro Livorno Sorgenti: Blundo, Petri (39' st Lucarelli), D. Falleni (42' st Solimano), M. Falleni, Salemmo, Bulli (28' st Turini), Filippi (35' st Matteoli), Costanzo, Granito, Camarlinghi, Rossi. A disp. Gatti, Bartorelli, Carani, Brini, Casalini. All: Niccolai.

Rimini: Scotti, Pupeschi, Valeriani, Ambrosini (23' st Casolla), Ronchi, Sambou (35’ st Pecci), Viti, Canalicchio, Ricciardi, Lugnan, Vuthaj (41' st Simoncelli). A disp. Sourdis, Nigretti, Rivi, Santarini, Ferrante, Pari. All. Mastronicola.

Arbitro: Marchioni di Rieti, assistenti Leonardi di Ostia Lido e Cavalli di Bergamo.

Reti: 11′ pt Vuthaj, 34′ pt Camarlinghi, 27' st Vuthaj (rig).

Note: ammoniti Canalicchio, Rossi, Blundo, Casolla; recuperi 1’ pt, 4’ st.