Livorno, Buglio: "Mi aspetto lo stesso atteggiamento di domenica scorsa"

03.12.2021 15:20 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Livorno, Buglio: "Mi aspetto lo stesso atteggiamento di domenica scorsa"
© foto di Marzio Casaccio, Amaranta.it

Livorno – L’allenatore degli amaranto Buglio nella conferenza stampa prepartita di oggi ha parlato della partita di domani contro la Colligiana, penultima in classifica, che precede il turno infrasettimanale di mercoledì 8 dicembre dove il Livorno sarà impegnato a Ponsacco, a seguire domenica prossima l’ultima partita del girone d’andata contro il Tuttocuoio che non sappiamo però ancora se sarà disputata a porte chiuse o in un altro stadio a causa della squalifica del campo.

Il mister dice di voler partire dalle cose positive come: “Il risultato di domenica, la consapevolezza che il lavoro paga sempre, che ci sono state tante cose positive come detto dal mio staff, dovevamo dare una risposta e penso che l’abbiamo data, abbiamo raggiunto l’obbiettivo di fare risultato e uscire con gli applausi, penso che sono stati raggiunti. Questa settimana il lavoro è stato migliore, affronteremo una buona squadra, recuperiamo Palmiero che è pronto a subentrare. Sono soddisfatto della difesa, è un mese che lavoriamo sulla fase difensiva e finalmente ha dato risultati, è l’altra cosa positiva, non possiamo però permetterci di rilassarci, avremo davanti dei buoni giocatori, anche questa domenica gli avversari daranno il 200%, sta a noi scendere in campo con la testa giusta e concentrati. Abbiamo cambiato campo di allenamento (nota: dal campo sintetico della Pro Livorno Sorgenti al campo sintetico di Piazza Gavi in Borgo Cappuccini) perché è migliore, è più vicino allo stadio e tante altre considerazioni che sono state fatte. Recuperiamo anche Mazzoni che lo vedo ad un altro livello di testa, lo vedo al 200%, Torromino sta bene, ha lavorato un’altra settimana. Per quanto riguarda il mercato noi siamo questi, se ci saranno nuovi prenderò in considerazione anche loro, Vantaggiato tornerà a gennaio, col direttore sportivo ci confrontiamo, abbiamo parlato. Domenica mi aspetto lo stesso atteggiamento di Piombino ma sappiate che questa squadra fa delle ripartenze importanti, sono veloci, non hanno punti di riferimento davanti e dobbiamo essere concentrati su queste loro caratteristiche, rimanendo propositivi e mirando al risultato pieno. Non ci sarà turnover, sto dando continuità per dare certezze a questi giocatori, se ci sarà qualcuno in debito di ossigeno si riposerà, ricordo che nella sconfitta mi avete chiesto: “da dove ripartiamo?” Ripartiamo da dare certezze in quei ruoli, meccanismi che magari a causa di infortuni o rotazioni non c’era continuità. Come esempio di continuità ai ragazzi ho dato Ferretti che non aveva mai fatto più di un gol tranne che in Coppa Italia ma sul terzo gol è andato a fare pressione sul portiere, questo è il giusto atteggiamento ed esempio positivo per tutti.”

Infine, parlando di una eventuale collocazione tattica di Luci afferma: “Questo è un problema che non mi pongo perché non gioca nel Livorno, se arrivasse lui o un altro giocatore ci mettiamo qui e ne ragioniamo, non posso dire se può esistere o coesistere con gli altri, ad oggi le certezze esistono in mezzo al campo e si chiamano Apolloni, Gargiulo e Gelsi. Se arrivano dei giocatori nuovi ci mettiamo qui e discutiamo se possono o meno coesistere.