Bella amichevole tra Toscana Food Don Bosco e Libertas Livorno 1947

28.09.2020 08:02 di Chiara Lucchesi Twitter:    Vedi letture
Bella amichevole tra Toscana Food Don Bosco e Libertas Livorno 1947

Livorno- Si scaldano i motori anche per il mondo della palla a spicchi e la prima prova per la Toscana Food Don Bosco è un’amichevole contro la Libertas Livorno 1947. I ragazzi di Marco Aprea giocano un buon match di fronte ad una compagine di categoria superiore, militante in Serie B, che, oltretutto, non nasconde ambizioni importanti. Nella Toscana Food coach Aprea sceglie il quintetto composto da Paoli, Bechi, Kuuba, Fantoni ed Onojaife, in casa Libertas il tecnico Garelli replica con il figlio d'arte Forti, Ricci, Toniato, Salvadori ed Ammannato. Aldilà del risultato finale, essendo una amichevole non si teneva conto del punteggio, buone le indicazioni che i 40' dello “scrimmage” hanno regalato a coach Marco Aprea; i suoi infatti hanno tenuto, per lunghi tratti, testa alla Libertas, nonstante l'evidente gap fisico, fisiologico tenendo conto della differenza di categoria tra le due compagini. In definitiva un esordio assolutamente positivo, buon testimone dell'ottimo lavoro fatto da Fantoni e compagni in questo avvio di stagione. Queste le impressioni di coach Marco Aprea al termine del primo “scrimmage” stagionale: “Si è trattato della prima amichevole, ed era facile prevedere che ci fosse ancora qualche granello di sabbia nei nostri meccanismi. Aldilà di tutto, però, sono soddisfatto di quanto hanno fatto vedere i miei giocatori contro una squadra, la Libertas, che lotterà per le prime posizioni in Serie B. Abbiamo talvolta sofferto la loro fisicità, ma era ampiamente prevedibile, proprio in considerazione della diversa stazza fisica e della loro maggiore esperienza. I ragazzi, però, hanno reagito bene e si sono comportati bene in entrambe le fasi del gioco, quella offensiva e quella difensiva. Ovviamente ci sono ancora tante cose da fare, soprattutto in difesa, ma in generale sono soddisfatto di quanto visto nei primi 40' minuti”