Torna a sventolare la bandiera della Pielle

24.05.2021 08:32 di Daniele Domenici   vedi letture
Torna a sventolare la bandiera della Pielle

Livorno - La Pielle torna in serie B dopo diciotto anni. Il popolo della Triglia biancoblu, seppur fuori dal Pala Macchia per le note normative covid, può finalmente dar sfogo alla gioia dopo due finali perse negli ultimi tre anni e la voglia di tornare nel basket che conta.

La Pielle, grazie ad una società ben organizzata, all’amore di Manolo Burgalassi e Roberto Creati per questi colori, alla passione di Pasquale Lamberti che è riuscito a coinvolgere nuovi sponsor uno su tutti Francesco Farneti, senza dimenticare il main sponsor Unicusano che ha dato ulteriore spinta al progetto, è riuscita nell'impresa.

La squadra ben allestita, senza punti deboli, per la  categoria C Gold, dopo il primo periodo di assestamento che ha visto la compagine biancoblu perdere alla prima di campionato con Montale, faticare un po’ nella seconda e terza giornata, poi ha innestato le marcie alte e per gli avversari anche di buon livello come Spezia, Siena ed Agliana non c’e stato nulla da fare, il percorso è stato netto con una vittoria dietro l’altra e con due giornate di anticipo può festeggiare il ritorno in serie B.

Sabato sera i ragazzi di Da Prato hanno comandato la partita per quaranta minuti. I ragazzi della città del palio, nulla hanno potuto al cospetto di capitan Dell’Agnello e compagni, il punteggio parla chiaro 98 a 67.

Ora per la Pielle si prospetta un futuro tutto da scrivere, la squadra ha dimostrato di compattarsi settimana dopo settimana e di aver alcuni giocatori che per curriculum e qualità sono  pronti a settembre ad esser protagonisti anche nel campionato di serie B.

I complimenti vanno a tutti a Iardella tornato da protagonista in città, a Tempestini, mente ed anima della squadra, a  Lemmi e Thiam atleti fuori categoria per forza fisica ed atleticità, agli stranieri Kubekalovic se in serata devastante  e Zeneli autentica piovra sotto canestro, al capitano Dell’Agnello a Creati importantissimo nelle rotazioni ed in fase difensiva, a Congedo una garanzia sotto canestro, a Burgalassi un cuore Pielle, ed ai giovani Nannipieri, Portes Vives e Giachetti.

Il libro Pielle ora è pronta a scrivere altri importanti capitoli di storia di basket, ora possiamo tornare a prender la miglior biro per tornar a scrivere e non limitarci a far solo i lettori di un passato importante.