La musica sembra la stessa

14.12.2019 23:21 di Marco Ceccarini   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La musica sembra la stessa

Livorno – La musica non è cambiata, almeno oggi. Contro la capolista Benevento, nonostante le speranze della vigilia, il Livorno ha trovato le difficoltà di sempre, non riuscendo ad impensierire la difesa ospite, ma soprattutto dimostrando che le responsabilità, evidentemente, non erano tutte di Breda. E che Tramezzani, se vorrà ottenere dei risultati, dovrà lavorare molto duramente.

Il nuovo tecnico amaranto, che nel dopo partita è apparso decisamente amareggiato, ha messo in campo quasi tutti gli attaccanti convocati, prima Mazzeo in coppia con Murillo, poi Mazzeo e Braken dopo l’infortunio di Murillo, quindi la coppia formata da Braken e Raicevic con cui ha chiuso la gara, senza però mai creare difficoltà degne di nota alla formazione del Sannio.

E' evidente che il Livorno deve migliorare la difesa ed anche la fase difensiva e che sulle fasce non può fare a meno dei guizzi di Marras. Ma soprattutto è evidente che, se vorrà venire a capo della stagione, il Livorno di Tramezzani dovrà pedalare ancora molto.