Il Golfo Piombino annuncia la conferma di Eliantonio

24.06.2020 09:19 di Stefano Stefanini Twitter:    Vedi letture
Giacomo Eliantonio
© foto di Legapallacanestro.com
Giacomo Eliantonio

Piombino – Primo tassello della formazione 2020-21 per il sodalizio gialloblu, e che tassello! Una conferma che non può che far piacere a tutto l’ambiente, quella di Giacomo Eliantonio. Giocatore che è arrivato a Piombino quasi in punta di piedi, senza la presunzione di ergersi a protagonista fin da subito, nonostante l’importante curriculum, ma che col tempo ha fatto vedere di che pasta è fatto. Un giocatore con un’ottima tecnica ed un fisico importante, ma più di ogni altra cosa, un giocatore dall’intelligenza cestistica quasi fuori dal comune. Una grandissima visione di gioco e quella che i tecnici chiamano capaci di anticipazione, ovverosia il leggere le situazioni di gioco prima che esse vengano messe in atto. Molto altruista, infatti alla soluzione forzata, grazie alla sua visione di gioco, preferisce spesso servire il compagno meglio piazzato. Nella scorsa stagione ha avuto il minutaggio più alto della rosa gialloblu, con quasi 32’ a partita, sempre presente nelle 22 partite giocate. Doppia cifra sfiorata, con 9.9 punti, tirando col 60% da due, micidiale il suo immarcabile fade away dalla media, da tre, ha pagato dazio al faticoso lavoro fatto sotto le plance, perdendo un po’ in precisione, con un 28% inferiore alle sue medie abituali ed infine con il 67 per cento dalla lunetta. Nel ruolo di vice Persico, non proprio il suo, si è fatto comunque valere, catturando più rimbalzi di tutti, 7.4 di media. In tema di altruismo non si può non sottolineare i 2.6 assist di media, che lo vedono secondo solo al play Procacci. Insomma uno di quei giocatori che ogni coach vorrebbe in squadra e che i tifosi piombinesi potranno applaudire e apprezzare anche nel prossimo campionato.

Le sue parole dopo la conferma: "Sono davvero molto contento di far parte della squadra anche quest’anno. Sicuramente tra i motivi che mi hanno spinto a prendere questa decisione c’è l’ambiente che ho trovato, sia in termini di compagni staff e società, che, non ultimo, il rapporto che si crea con gli appassionati, con chi vive la pallacanestro in città.
Adesso la voglia di ricominciare è tanta, vogliamo riprendere da dove siamo stati costretti a interrompere e vogliamo farlo ancora meglio di prima!".