Andamento lento

29.11.2020 23:01 di Luca Aprea Twitter:    vedi letture
Andamento lento
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Livorno – Il Livorno ferma l'emorragia di sconfitte e contro il Pontedera, nel terzo derby consecutivo, trova uno 0-0 che consente di tornare a muovere la classifica. Partita brutta, avara di emozioni, con il risultato che rispecchia fedelmente quanto (non) si è visto in campo.

Il Livorno ci ha pure provato a fare la partita ma ha mostrato tutti i suoi limiti in fase di costruzione e ha creato occasioni col contagocce. Sono proprio le partite come quella di stasera quelle in cui si sente l'assenza di un vero '9' all'interno della rosa amaranto. Il Pontedera, sornione, si è messo dietro, pronto a colpire in contropiede. Copione interpretato alla perfezione dai ragazzi di Maraia che incartano e portano in Valdera un punto prezioso.

Dal Canto nonostante tutto a fine partita si è mostrato abbastanza soddisfatto. Il Livorno, pur senza un centravanti, alla fine ha uno dei migliori attacchi del girone (il che la dice lunga sul livello generale del campionato...) dunque il problema principale al momento non è quello dei gol segnati quanto di quelli incassati. E aver chiuso con la porta inviolata - quest'anno è successo solo tre volte - è un dato positivo da registrare. La sindrome da minuti finali qualche brivido l'ha regalato anche stavolta con il Pontedera pericoloso da palla inattiva al 91' ma alla fine la rete di Stancampiano è rimasta intonsa.

La classifica, in attesa della penalizzazione, in chiave salvezza è ancora buona ma occorre riprendere a vincere il prima possibile. La trasferta di sabato a Vercelli non sembra l'occasione migliore ma il Livorno sa come si fa far male a chi sta lassù. Chiedere a Renate.