Pro Livorno, Tagliagambe: "Con Livorno in D collaboreremo per la juniores"

29.07.2022 20:44 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Igor Protti e Enrico Fernandez
Igor Protti e Enrico Fernandez
© foto di Lorenzo Palma per Amaranta.it

Livorno - Oggi pomeriggio, venerdì 29, al circolo sportivo Mario Magnozzi c’è stata una premiazione simbolica in vista della partenza della stagione sportiva da parte del presidente del circolo Magnozzi e presidente onorario dell’US Livorno per mister Collacchioni e il suo staff.

Nell’introdurre la premiazione il presidente Fernandez si rivolge direttamente ai partecipanti e a Igor Protti, venuto in rappresentanza della dirigenza insieme al direttore sportivo Braccini:"Io e Igor ci conosciamo da 37 anni, dal 1985, abbiamo fatto di tutto, abbiamo visto le cose più belle e le cose più brutte, abbiamo visto lo stadio pieno, il club che eravamo cinquecento soci. Oggi purtroppo il mondo è quello che è ma un personaggio come Igor è l'asta della bandiera del Livorno, è un personaggio che tiene in piedi il Livorno, l'immagine del Livorno, dobbiamo riconquistare la popolarità che abbiano perso, mi dispiace vedere la gente che ha perso l'entusiasmo, ci tengo a vedere diecimila persone allo stadio, l'entusiasmo con i dodicimila della coppa Italia nel 1987 è stata una cosa meravigliosa, abbiamo visto Milan, inter,pisa. Sono dal 1947 allo stadio, il nostro amore per il Livorno ci porterà a fare qualcosa, non si possono ancora fare gli abbonamenti perché non sappiamo in che categoria saremo. L'allenatore è un giovane, se ci leviamo le soddisfazioni qui al club diventerà strapieno. Speravo di accoglierti più calorosamente, verremo in montagna a vedervi allenare in ritiro, speriamo di portarvi l'entusiasmo e spero che ci leviate delle soddisfazioni, voglio vederlo vincere e voglio levarmi ancora qualche soddisfazione prima di lasciarlo. Vogliamo offrirvi  una bottiglia di vino in segno di augurio. Vi prometto che se si sa in che categoria saremo faremo una buona festa, apriremo gli abbonamenti, il nostro obbiettivo è portare gente allo stadio, un tifo bello, pulito e onesto che faccia bene al Livorno”.

Interviene anche l’imprenditore Filippo Tagliagambe che è entrato da poco nella società della Pro Livorno Sorgenti e ci tiene a chiarire la situazione del rapporto tra le giovanili del Livorno e della Pro Livorno: "Da dirigente della Pro Livorno Sorgenti, auspico che il 10 vada tutto bene: in quel caso per il Livorno ci sarebbero la serie D e gli Juniores nazionali, con l’avvio di una collaborazione tra le due società e con il passaggio dei giovani più interessanti dalla Pro Livorno Sorgenti al Livorno per costruire una squadra Juniores forte e importante"