Eccellenza. Uragano Livorno, Piombino spazzato, Cuoiopelli forza quattro

29.11.2021 14:26 di Marco Frosini Twitter:    vedi letture
Piombino e Livorno
Piombino e Livorno
© foto di Rajesh Barbieri, Amaranta.it

Livorno - Dopo una settimana tormentata e rigonfia di polemiche di vario genere, il Livorno porta a casa un risultato ampio e convincente sotto molti punti di vista: oltre al punteggio tennistico ed alla classifica, gli amaranto cancellano la prestazione thrilling di sette giorni fa e tornano a macinare calcio come non si vedeva ormai da tempo. Nel prepartita Buglio aveva gettato acqua sul fuoco dopo una sconfitta, quella con il San Miniato Basso, maturata tra le mura amiche con una squadra vittima di sé stessa e delle aspettative di inizio stagione. “Nessuno ha detto che questa squadra deve vincere cinque a zero tutte le partite. Non ho mai voluto illudere nessuno” aveva chiosato il Mister nella giornata di Venerdì, chiedendo una sola cosa ai ragazzi: la vittoria.

E vittoria è stata, con tre reti per tempo e contro un avversario, l'Atletico Piombino, nettamente inferiore alle aspettative. Al Magona è andato in scena un match d’altri tempi, quasi si trattasse di una amichevole precampionato tra formazioni appartenenti a categorie diverse.

Al Livorno basta appena un quarto d’ora per sbloccare il risultato: Ferretti approfitta di una disattenzione difensiva e fulmina Petruccelli con un tocco da vero rapace. Pronti via e gli amaranto trovano la seconda rete con una bella conclusione da fuori di Apolloni che sorprende tutti; passano altri tre minuti e Curcio stende Nunzi in area: sul dischetto si presenta Torromino che fa 0 a 3 al 24’ pt. Per il crotonese, al rientro dal primo minuto, si tratta della quarta rete in campionato, la seconda dagli undici metri.

Il primo tempo va in archivio con un punteggio che rispecchia l’andamento della gara, nella quale l’Atletico Piombino pare svolgere il ruolo della comparsa.

La ripresa è una fotocopia di quanto successo nei primi quarantacinque minuti. Gli ospiti concretizzano ancora con lo scatenato Ferretti che tra il 14’ ed il 34’ si guadagna la palma di migliore in campo con la prima tripletta in maglia amaranto: nel primo caso è Torromino a servire splendidamente il nove per lo 0 a 4, nel secondo è un altro pasticcio della terza linea nerazzurra a mandare in estasi i ragazzi di Buglio. Nel finale Apolloni firma la sua personale doppietta che chiude game, set e match.

La larga vittoria degli amaranto non basta però per conquistare la vetta solitaria della classifica, occupata per la seconda settimana consecutiva dalla sorprendente Cuoiopelli.

I biancorossi legittimano il primo posto con una prestazione maiuscola coronata da un’altra tripletta di giornata, quella dell’ex Prato Falchini. Il derby della Valdera tra Ponsacco e Cuoiopelli va in archivio con uno 0 a 4 che mette in evidenza il divario tecnico tra le due formazioni.

Al 16’ pt è Bracci ad indurre l’autorete di Fariello con un tiro cross velenoso che inganna difesa e portiere; l’infortunio di Balduini non condiziona l’andamento della gara, nella quale i conciari dimostrano maggior concretezza e solidità difensiva. Il secondo tempo è un autentico show dell’attaccante classe ‘86: in apertura di frazione è lesto ad avventarsi su di un rinvio corto di Lensi, mentre tra il 35’ ed il 38’ si dimostra bomber di razza finalizzando due ripartenze degli ospiti. Ponsacco mai in partita e con una vittoria che manca dalla quarta giornata (1 a 0 al Castelfiorentino); terzo successo di fila per la Cuoiopelli, vera rivelazione del campionato e seria candidata per un posto nei playoff: con un Falchini così è lecito sognare in grande. Domenica prossima altro test match contro la Tuttocuoio, un altro derby che può raccontare molto sulle ambizioni dei conciari.

Dopo la fantastica vittoria di Perignano, il Tuttocuoio si fa fermare sullo 0 a 0 interno dal redivivo Certaldo: al Leporaia i viola giocano una partita attenta e ordinata, sfiorando addirittura il colpo grosso con un tiro che per poco non sorprende Belli; nel finale di primo tempo sono però i padroni di casa ad andare vicini al bersaglio grosso con Lazzarini, Orsolini c’è. Di qui al novantesimo non succede praticamente più nulla, ed il pareggio è la naturale conclusione di una partita blanda e priva di emozioni. I neroverdi gettano al vento la possibilità di restare in scia delle prime: ora sono cinque i punti di ritardo rispetto a Livorno e Cuoiopelli; secondo pareggio esterno di fila per il Certaldo, che allunga a quattro la serie positiva e che si tira fuori dalla zona retrocessione seppur a pari merito con il Castelfiorentino.

Sono proprio i gialloblu ad infliggere la seconda sconfitta in una settimana al Fratres Perignano: al Comunale finisce 2 a 1 per i fiorentini con le reti di Torrente (doppietta) ed Andolfi. Partita sfortunata quella dei rossoblu, che già all’11’ pt perdono Genovali per infortunio e con Parenti vittima di uno scontro di gioco e costretto a bordo campo per alcuni minuti; quelli che bastano al Castelfiorentino per costruire l’1 a 0: il cross al bacio di Iaquinandi trova la testa di Torrente che mette dentro la prima rete dell’incontro. Al 40’ pt Remedi prova a rimettere sui binari i suoi, ma Lisi è attento e para; il raddoppio dei locali arriva sulla sirena con Torrente che ruba palla a Iacoponi per il 2 a 0 con il quale si chiude la prima metà di gara. Il secondo tempo si apre con una rete di Sciapi annullata dal direttore di gara per un presunto tocco di mano, ma la voglia di rivalsa del Fratres viene comunque premiata al 33’ con Andolfi che mette a referto la quinta marcatura della stagione; una rete che però non basta per riacciuffare il Castelfiorentino. I rossoblu restano ancora al palo e si confermano la terza forza del campionato in compagnia del Tuttocuoio, il Castelfiorentino porta a casa tre punti che valgono il triplo sorpasso a Fucecchio, Ponsacco e Colligiana e l’aggancio alla zona salvezza occupata dal Certaldo.

Pareggio senza reti quello tra Fucecchio ed Atletico Cenaia, un risultato che serve a ben poco ad entrambe le formazioni: partita brutta e condizionata da alcune importanti assenze tra le file degli ospiti (Remedi, Cutroneo e Signorini), a secco di vittorie ormai da ben cinque turni. Al fischio finale si registrano soltanto un paio di episodi sospetti in area bianconera e due occasioni di Rigirozzo e Folegnani per il Fucecchio, ma al Corsini l’unica a vincere è la paura di perdere.

Con nove punti in tre partite si affaccia prepotentemente tra i quartieri alti della classifica il San Miniato Basso, già protagonista delle pesantissime vittorie contro il Livorno all’Ardenza e con l’Atletico Piombino la settimana scorsa. Ai sanminiatesi basta la rete di Mancini al 19’ pt per guadagnarsi il malloppo del Manni: operazione quarto posto portata brillantemente a termine.

In coda l’unico a sorridere è il Castelfiorentino, che con il successo di ieri balza dal penultimo al quintultimo posto con il Certaldo; tre punti dividono ora la Colligiana dall’ultima piazza, quella tristemente occupata dall’Atletico Piombino.

Nel prossimo turno derby dei conciari tra Cuoiopelli e Tuttocuoio; il Livorno ospita la Colligiana, per l’Armando Picchi c’è il Cenaia. Attenzione a Fratres-Fucecchio: i rossoblu cercano una vittoria per spezzare la brutta serie di sconfitte.

Questi i risultati della decima giornata:

Atletico Piombino - Livorno 0-6

Castelfiorentino - Fratres Perignano 2-1

Colligiana - San Miniato Basso 0-1

Fucecchio - Atletico Cenaia 0-0

Ponsacco - Cuoiopelli 0-4

Tuttocuoio - Certaldo 0-0

riposava: Armando Picchi

La classifica: Livorno e Cuoiopelli 20 punti; Tuttocuoio e Fratres Perignano 15; Atletico Cenaia e San Miniato Basso 14; Armando Picchi 12; Certaldo e Castelfiorentino 10; Fucecchio e Ponsacco 9; Colligiana 8; Atletico Piombino 5. Atletico Cenaia, Colligiana ed Atletico Piombino con una partita in più.

Il prossimo turno:

Atletico Cenaia - Armando Picchi

Certaldo - Castelfiorentino

Cuoiopelli - Tuttocuoio

Fratres Perignano - Fucecchio

Livorno - Colligiana

San Miniato Basso - Ponsacco

riposa: Atletico Piombino

La classifica cannonieri: Ferretti (Livorno) 8 reti; Falchini (Cuoiopelli) 7; Chiaramonti (San Miniato Basso) e Remedi (Atletico Cenaia) 6; Torrente (Castelfiorentino) 5; Torromino e Vantaggiato (Livorno), Sciapi ed Andolfi (Fratres Perignano), Bracci (Cuoiopelli), Agudiak (Tuttocuoio) e Neri (Armando Picchi) 4.