Serie D. Livorno, il prossimo avversario è il Tau Altopascio di Cristiani

24.11.2022 22:38 di Carlo Pannocchia   vedi letture
Il Tau Altopascio
Il Tau Altopascio
© foto di Tuttocampo.it

Livorno - Il Tau Calcio è nato nel 1992 dalla fusione tra la polisportiva Badia Pozzeveri e l’Us Altopascio. Nel 2013 Tau e Inter firmano il primo accordo: la squadra amaranto diventa Centro di Formazione del FC Internazionale. La società altopascese ha un forte legame con il territorio ed una struttura dinamica e in continua evoluzione che mira a sviluppare e qualificare l’attività del settore giovanile. Il percorso di crescita non passa inosservato e nel 2013 arriva l'importante accordo con l'Inter. Il Tau Calcio si prepara ad affrontare il Livorno nella tredicesima giornata di campionato. La squadra allenata da mister Cristiani arriva al match contro gli amaranto dopo aver raccolto 12 punti, frutto di due vittorie, quattro sconfitte e sei pareggi. I gol segnati sono 11, mentre quelli subiti 16. Le gare giocate lontano dallo Stadio Comunale di Altopascio sono 6 delle 12 totali. Fuori casa sono arrivate una vittoria, due pareggi e tre sconfitte, con 8 gol fatti e 11 subite.

ll miglior marcatore del club questa stagione è Cristian Brega, con 5 reti. Nell’ultima partita, il Tau Calcio ha pareggiato in casa contro l'Ostiamare (0-0). Piero Cristiani ex calciatore dilettante, è il tecnico del Tau Calcio. Ha iniziato ad allenare sette anni fa. Cristiani da Santa Croce sull’Arno è nato e cresciuto a Staffoli (in provincia di Pisa). Da calciatore Cristiani era un difensore centrale. Una carriera spesa quasi interamente a Staffoli salvo due parentesi a Galleno e con la Cerretese. Poi a 33 anni un brutto infortunio a causa di una frattura di tibia e perone della gamba destra, appende le scarpette al chiodo e decide di iniziare ad allenare. Diventa il nuovo tecnico del Pian del Bosco in Seconda categoria. Poi nella stagione 2017-18 approda al Tau Calcio. Per quanto riguarda i moduli Cristiani non è un integralista. Il modulo di riferimento è il 4-3-1-2, ma spesso e volentieri si affida al 4-4-2 con un centrocampo a rombo. In rosa vi sono over di grande qualità capaci di risolvere anche le partite più intricate. Come scenderà in campo il Tau Calcio contro il Livorno? I lucchesi saranno schierati con il 4-3-1-2, ormai marchio di fabbrica dell’allenatore Cristiani: Carcani N., Borgia, Mancini, Vannucci, Quilici, Meucci, Pietrelli, Antoni, Cesaretti, Brega, Carcani T.. Rietra dopo tre giornate di squalifica il centrale Meucci. Gli unici due precedenti, tra le due squadre, risalgono al triangolare playoff in Eccellenza, con gare di andata e ritorno. Nella prima gara di andata, giocata sul campo neutro di Lucca, gli amaranto trascinati da un Vantaggiato in stato di grazia, conquistano un successo importante per 3-1. Il primo tempo termina 0-0 ma nel secondo tempo si manifesta la superiorità dell'undici amaranto. Al 66esimo i labronici la sbloccano con Vantaggiato: perfetto il destro a incrociare che non lascia scampo al portiere di casa. Al 76′ ancora Vantaggiato va a segno per il raddoppio livornese: stop e destro, niente da fare per Di Biagio. E non finisce qui perchè al 79′ Vantaggiato con una perfetta punizione, concede per la platea la tripletta personale. La partita va in archivio con il gol della bandiera in pieno recupero di Benedetti. Il secondo precedente, con la gara di ritorno, invece è dello scorso 15 maggio, il Tau si impose per 1-0 sul Livorno grazie ad un gol di Benedetti. Quella che doveva essere una giornata di festa, divenne una tragedia sportiva per gli amaranto. Nonostante la presenza di oltre sei mila spettatori, la gara fu vinta dal Tau che festeggiò la promozione in Serie D al Picchi. Agli amaranto bastava anche il pareggio ma all'82' Vantaggiato, dagli undici metri, sbagliò un calcio di rigore facendosi ipnotizzare dal portiere ospite Di Biagio. Il Tau Altopascio compì un'impresa mentre il Livorno fu "costretto" a giocare la semifinale contro la Maccarese. Un solo ex della sfida tra Livorno e Tau Calcio. Nelle file dei lucchesi gli amaranto ritroveranno Luca Anzilotti, in forza alla Primavera del Livorno, dal 2009 al 2011. Con la maglia amaranto ha partecipato al Torneo di Viareggio (una presenza). Nella stessa stagione ha totalizzato 4 presenze. L'anno dopo, sempre con la Primavera, con 16 presenze all’attivo ed un gol. Qui sotto la prima squadra e tutti i movimenti del calciomercato estivo in entrata e in uscita. Prima squadra Portieri: Carcani N. 2002, Di Biagio 2004. Difensori: Borgia 1990, Cartano 2002, Fedi 1989, Innocenti 2004, Mancini 1994, Pietrelli T. 2002, Quilici 2003, Vannucci 1988. Centrocampisti: Aliboni 2003, Anzilotti 1992, Masini 1992, Meucci 1993, Pietrelli R. 2003, Pratesi 2002. Attaccanti: Antoni 1999, Becucci 2005, Brega 1987, Carcani T. 2002, Cargiolli 1989, Cesaretti 1987, Giustarini 1994, Granito 1983, Silva 2003. Movimenti di mercato Arrivi: Brega 1987 attaccante dall'Aglianese (definitivo), Masini 1992 centrocampista dal Badesse (definitivo), Cesaretti 1987 attaccante dalla Nuova Florida (definitivo), Innocenti 2004 difensore dall'Empoli U18 (prestito/Pontedera), Giustarini 1994 attaccante dalla Pistoiese (definitivo), T. Pietrelli 2002 difensore dal Seravezza Pozzi (definitivo), Silva 2003 attaccante dal Parma Primavera (definitivo), Cartano 2002 difensore dalla Massese (definitivo), Vannucci 1988 difensore dalla Nuova Florida (definitivo), Borgia 1990 difensore dal Cascina (definitivo), R. Pietrelli 2003 dalla Reggiana Primavera (definitivo), Meucci 1993 centrocampista dall'Aglianese (definitivo), Aliboni 2003 centrocampista dal Pisa Primavera (prestito), Cargiolli 1989 attaccante dall'Aglianese (definitivo), T. Carcani 2002 dal Follonica Gavorrano (definitivo), Becucci 2005 attaccante dal Pisa U17 (prestito).