Serie D. La Pro Livorno riparte ospitando a Cecina la Flaminia

17.09.2021 23:14 di Marco Ceccarini   vedi letture
La Flaminia Civita Castellana
La Flaminia Civita Castellana
© foto di Tuttocampo.it

Livorno - Inizia domani, sabato 18 settembre, il campionato di Serie D ed inizia con l'anticipo che vedrà in campo la Pro Liborno Sorgenti contro la Flaminia Civita Castellana. Per i biancoverdi della Pro, ancora agli ordini del tecnico Michele Niccolai, si tratta del secondo campionato nella quarta divisione nazionale, anche se quest'anno la squadra è inserita nel girone E mentre lo scorso anno era nel raggruppamento A.

La gara d'esordio era inizialmente prevista per domenica 19 settembre allo stadio Picchi di Livorno, dato che il turno è casalingo, ma è stata anticipata a domani, sabato 18, ore 15, allo stadio Rossetti di Cecina, dato che i lavori di manutenzione e rinforzo del terreno gio, in corso al Picchi, ne impediscono l'utilizzo.

L'Asd Flaminia Calcio, fondata nel 1931 e rifondata nel 1991 e nel 2008, è una squadra coriacea, ben organizzata, da non sottovalutare. E' la principale formazione di Civita Castellana, città in provincia di Viterbo, squadra che fino allo scorso anno giocava nel girone G della Serie D, campionato in cui abitualmente milita. Proprietario del club è Augusto Ciarrocchi, presidente Francesco Bravini ed allenatore Roberto Rambaudi. I colori sociali sono il rosso e il blu. Gioca allo stadio Madani di Civita Castellani, capace di ospitare circa 1000 spettatori.

La compagine rossoblu, che ha una rosa numerosa, ben 27 giocatori tesserati per la prima squadra, ha un'età media di 23 anni e mezzo. Due sono i calciatori stranieri: l'esterno rumeno Dorin Serbu e il portiere nigeriano Emmanuel Opara che però ha anche il passaporto italiano. Per il resto, sono da segnalare la presenza dell'attaccante Stefano Sarritzu arrivato in estate dal Latina e del difensore centrale e capitano Francesco Lazzerini.

Ad arbitrare la gara sarà Enrico Eremitaggio della sezione di Ancona. Il campo dello stadio di Cecina, dopo che l'impianto è stato completamente ristrutturato, è in erba sintetica.