Serie D. Favarin, Livorno: "Testa bassa per raggiungere l'obiettivo"

02.12.2023 16:24 di Andrea Mercurio Twitter:    vedi letture
Giancarlo Favarin
Giancarlo Favarin
© foto di Amaranta.it

Livorno – La vittoria in Coppa Italia a metà settimana ha lasciato buone sensazioni riguardo la prova degli amaranto sebbene il post gara e la conseguente quasi certa sconfitta a tavolino abbiano certamente influito negativamente sul morale dell'ambiente e della squadra. Adesso archiviata la Coppa gli amaranto tornano a giocare in campionato e la gara di domani, domenica 3 dicembre, al Picchi contro il Figline è importante quanto complicata viste le ottime qualità della formazione giallo blu.

L'allenatore del Livorno Giancarlo Favarin ne ha parlato nella conferenza stampa di vigilia e il primo commento ha riguardato proprio le possibili conseguenze psicologiche dopo la gara di Gavorrano: “ Ne ho parlato con la squadra e ovviamente abbiamo affrontato il tema, però ho detto di scindere le due cose e soprattutto pensare a cosa di buono è stato fatto in campo. La squadra ha fatto una partita molto attenta e ha sempre cercato di vincere,è una vittoria sul campo che ci ha dato morale e convinzione nei nostri mezzi”.

Per quanto riguarda l'aspetto tecnico resta indisponibile per infortunio Cori e anche su Menga le novità non sono buone: “ Cesarini sta bene, sa sopportare piccoli infortuni, si è allenato con noi e cerca continuità di gioco e rendimento. Sacha ha ricominciato a correre e spero di riaverlo in gruppo prossima settimana. Menga purtroppo ha un problema fisico che andrà visto meglio con ulteriori indagini. Dispiace perché dopo la gara col Cenaia aveva trovato fiducia e invece ora deve rifermarsi, spero si tratti comunque di poca cosa”.

Riguardo il ruolo del portiere il tecnico mette in evidenza la crescita del giovane Ciobanu: “Biagini non è in condizione e ha ancora fastidio, Albieri da certezze, ma voglio sottolineare che anche Ciobanu sta crescendo molto, è un 2005, e potrebbe essere una risorsa importante per le scelte future”.

In riferimento agli avversari di domani, formazione attualmente settima in classifica, l'ambiente cerca anche una rivincita dopo le due gare di poule promozione due anni fa: “Sul passato non siamo aggiornati però noi la rabbia ce la dobbiamo avere in ogni caso. Vogliamo trovare continuità di prestazioni e risultati e con il nuovo modulo di gioco abbiamo trovato anche nuovi equilibri. Senza Coppa Italia dobbiamo metterci a testa bassa per ottenere il nostro obbiettivo”.