Eccellenza, Toccafondi: "Raggiungere obiettivo, passo avanti per giovanili"

26.04.2022 18:01 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Eccellenza, Toccafondi: "Raggiungere obiettivo, passo avanti per giovanili"
© foto di diretta FB Amaranta TV

Livorno – Oggi pomeriggio, 26 aprile, il presidente del Livorno Paolo Toccafondi ha tenuto una conferenza stampa (la diretta integrale è disponibile su tutti i canali social di Amaranta) all’Armando Picchi per fare il punto sulla situazione in seguito alla clamorosa sconfitta arrivata domenica contro il Figline ed è subito molto chiaro: “Io non parlo spesso ma il mio ruolo mi impone di intervenire in alcune situazione come la partita di domenica e quello che è successo sono cose che non devono accadere per cui mi sono sentito di dover fare il punto per manifestare a tutto il nostro ambiente di giornalisti, squadra, tifosi il mio pensiero di cosa è utile fare per portare la barca in porto. Non era una passeggiata e ce lo siamo detti tante volte, siamo partiti da 0 il 16 di agosto, la squadra è stata fatta ed è di valore dove ci sono 20 calciatori che possono giocare indifferentemente. Ora diamo a un punto dove dobbiamo finalizzare quello fatto, niente è scontato nel calcio come abbiamo visto anche con la Nazionale ma noi non dobbiamo per questo accampare alcuna scusa, il 15 maggio finisce la nostra avventura ma per come è strutturato questo campionato potremmo dover lavorare un mese in più, la cosa determinante è centrare l’obbiettivo. Un breve passaggio su quello che è successo domenica: noi ci siamo costruiti l’opportunità e non parlo di singoli perché bisogna ragionare sempre di gruppo sia quando le cose vanno bene sia quando qualcuno fa delle cagate. Noi siamo state autolesionisti per non dire qualcosa di peggio, però questa cosa ormai è andata, è assolutamente fuori luogo dimostrare forza con gesti che non c’entrano niente, a chi è capitato questa volta è costernato e dispiaciuto ma noi lo difendiamo come già successo.”

Dopo il presidente prosegue ponendo particolare attenzione sul coraggio che servirà mettere in campo ogni partita e sul fatto che sarebbe un fallimento sportivo non centrare l’obbiettivo e in chiusura, domandato sul settore giovanile, afferma che: “Avevamo già parlato della nostra volontà di trovare una soluzione all’interno della Pro Livorno Sorgenti per collaborare, poi vedremo in che forme perché non è questo il momento. La Pro Livorno fino a ieri aveva manifestato la volontà di seguire il progetto che avevamo presentato e oggi l’assemblea dei soci lo ha deliberato, poi entreremo nel merito più avanti. Per il Livorno e per il Sorgenti questo è un patrimonio perché un settore giovanile rifarlo di sana pianta rifarlo è veramente complicato. Questo è un modo per poter insieme migliorare struttura e Pro Livorno a livello di campionato di giovanile per cui quando ci sarà lo switch la Pro Livorno continuerà ad avere ottime squadre come ce l’ha già oggi mentre dà le sue eccellenze una mano per la ricostituzione passiva del settore giovanile del Livorno che non vuol dire avere già un settore giovanile di livello ma tra metterci 2/3 anni e mettercene 10/12 è un attimo eh. Poi ci sarà l’opportunità di parlarne nei dettagli ma ora mi sento di confermare in seguito al consiglio direttivo e all’assemblea che c’è stata questa delibera di seguire l’idea del Livorno.”