Serie B. La Pielle, decima meraviglia, fa cadere anche Omegna, 65 a 69

02.03.2024 23:56 di Daniele Domenici   vedi letture
Serie B. La Pielle, decima meraviglia, fa cadere anche Omegna, 65 a 69
© foto di Amaranta.it

Gravellona Toce - Davanti ad un pubblico di duemila unità con oltre cento venuti da Livorno, la Pielle affronta Omegna che cerca punti importanti per entrare nei play-off.

Il primo quarto è di sostanziale equilibrio finisce 20 a 16,  con Omegna che ricerca molto i suoi lunghi e la Pielle che risponde con il suo gioco corale.

Nel secondo quarto primo allungo di Omegna che va sul 32 a 22 ma la Pielle e brava a intensificare la pressione in fase difensiva e trascinata da un ottimo Laganà va all’intervallo lungo ricucendo il break, sul 38 a 37.

Nel secondo tempo la Pielle mette la testa avanti, con i canestri di  Ferraro  la Pielle va sul pìu 5, Omegna comunque riesce a rimanere sempre in partita e si entra all’altimo quarto sul 48 a 54.

Nell’ultimo quarto l’inerzia della partita sembra dalla parte dei biancoblu quasi sempre in vantaggio di sei, la difesa è forte, ma sul 50 a 56 Kosic che non aveva brillato, riesce a riportare la squadra di casa sul 56 a 56 a sei minuti dalla fine.

Chiarini riporta in vantaggio subito la Pielle con una penetrazione, Kosic risponde con uno su due dalla lunetta, Campori segna da due, ma Torgano con un tiro da tre scagliato da  otto metri, riporta la partita in parità sul 60 a 60.

Dopo il canestro del 60 a 62 di Ferraro, la partita si gioca solo dalla lunetta,  Chiarini fa “stranamente” 0 su 2,  Kosic a fil di sirena mette ancora le squadre in parità, nuovo fallo su Chiarini uno su due, dalla parte opposta Balanzoni fa uno su due per il 63 a 65.

Ultimi minuti Laganà e Kosic sbagliano, la Pielle non riesce a sfruttare il possesso e scadono i ventiquattro secondi, Omegna sbaglia ancora ma c’e fallo su Solaroli che fa uno su due.

Chiarini si assume la responsabilità delle ultime due azioni, dove costringe al fallo i giocatori piemontesi, la mano non trema più e fa in due occasioni quattro su quattro, mentre Fazioli fa uno su due.

La partita finisce sul 65 a 69 la Pielle vince una partita importantissima, Omegna con il 50% ai liberi 12 su 24 contro il 19 su 30 della Pielle cede dopo una partita giocata da tutte e due le compagini con grande intensità difensiva.

Decima vittoria consecutiva dei ragazzi di Cardani che guidati da Chiarini 17 punti, che nonostante qualche errore di troppo al tiro si dimostra leader della squadra, ottime le prova di Ferraro e Laganà, grintoso e cattivo al punto giusto Pagani sotto canestro, ma inutile sottolinearlo è tutto il gruppo che gira a mille all’ora.

Domenica a Livorno arriva la Gema Montecatini , sicuramente il popolo  Piellino riempirà i gradoni del pala Allende.

Paffoni Fulgor Omegna - Caffè Toscano Pielle Livorno 65 a 69

(20-16, 18-21, 10-17, 17-15)

Paffoni Fulgor Omegna: Zan Kosic 15 (1/1, 3/9), Jacopo Balanzoni 14 (6/14, 0/0), Filippo Fazioli 12 (0/1, 3/7), Andrea Picarelli 7 (2/4, 1/3), Manuele Solaroli 7 (3/5, 0/0), Marco Torgano 6 (0/3, 2/6), Damir Hadzic 2 (1/3, 0/2), Patrick Baldassare 2 (0/2, 0/1), Mattia Coltro 0 (0/0, 0/2), Daniel Trebeschi 0 (0/0, 0/0), Dimitrije Jokovic 0 (0/0, 0/0), Issa Fomba 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 24 - Rimbalzi: 36 11 + 25 (Manuele Solaroli 11) - Assist: 14 (Jacopo Balanzoni, Filippo Fazioli 3)

Caffè Toscano Pielle Livorno: Mateo Chiarini 17 (1/5, 1/4), Massimiliano Ferraro 14 (4/4, 2/4), Matteo Laganà 9 (1/3, 2/7), Giordano Pagani 7 (2/4, 0/0), Federico Loschi 7 (1/1, 1/8), Baye modou Diouf 5 (2/3, 0/0), Andrea Lo biondo 4 (2/5, 0/1), Luca Campori 4 (2/3, 0/1), Michele Rubbini 2 (1/3, 0/3), Giorgio Manna 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 30 - Rimbalzi: 44 12 + 32 (Massimiliano Ferraro 11) - Assist: 12 (Michele Rubbini 4