Eccellenza, Pro Livorno. Presentato mister Domenici Allievi élite 2006

20.07.2022 21:18 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Eccellenza, Pro Livorno. Presentato mister Domenici Allievi élite 2006
© foto di Gioele Orsini

Livorno – Ieri, martedì 19, sono stati presentati nella sala stampa dell’Armando Picchi l’allenatore Andrea Domenici e lo staff composto dall'allenatore in seconda Claudio Innocenti, l'allenatore dei portieri Alessio Brucioni e il dirigente Renzo Rossi, degli Allievi élite del 2006 della Pro Livorno, una categoria da tenere d’occhio data la sinergia tra settori giovanili di Pro Livorno e US Livorno e che dovrà tenere alta l’asticella posta dai ragazzi del 2003 e del 2004 che poche settimane fa hanno vinto il campionato juniores nazionali, quest’anno la categoria sarà composta da giocatori del 2004 e del 2005 per cui gli Allievi saranno le prime risorse interne a cui attingere e che anche il Livorno terrà d’occhio, ne è la riprova il passaggio da biancoverde ad amaranto del portiere classe 2005 Filippo Tani che ha disputato questa stagione proprio con gli allievi élite. La presentazione ha visto prendere parte il direttore sportivo Alessandro Attanasio che presenta il mister come: “L’allenatore che alla Pro Livorno Sorgenti ha vinto di più, i numeri non tradiscono mai nel calcio”. L’allenatore Domenici si dice: “Esperto della categoria perché sono 13, 14 anni che ci alleno, conoscere quella che è l’intelligenza dei ragazzi della vostra età, che non è poco perché siete dei ragazzi in una fase particolare della vostra vita, l’adolescenza, piano piano diventate piccoli uomini, questo è un campionato che vi deve dare delle prospettive e dei miglioramenti perché l’agonismo che c’è in questo campionato è alto, chi vuole approcciarlo con la mentalità di fare il calciatore, può permettere di migliorare tanto e poi essere preda ambita di altre squadre, Livorno in primis o anche altre, per poter dedicare la vostra vita al calcio. Questo come dicevo è un campionato strano, impegnativo, non ci sono le solite partite che si vince dilagando ma ci sono partite dove si giocano fino al 95esimo. Ci sarà grossa concorrenza per quanto riguarda l’aspetto agonistico sportivo perché, aldilà di quelli che già c’erano, i ragazzi che abbiamo contattato e che sono qua sono ragazzi che abbiamo voluto, di prospettiva e bravi che dovranno dimostrare ancora di più quest’anno le loro qualità”.