Tommasi, presidente Aic: "Cautela ma i giocatori vogliono ripartire”

20.05.2020 08:40 di Chiara Lucchesi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tommasi, presidente Aic: "Cautela ma i giocatori vogliono ripartire”

Livorno - La ripresa delle attività in Italia è quasi totale da lunedì scorso, ma se si parla di calcio le Notizie continuano a rimpallare e non sono il massimo della chiarezza. Spadafora annuncia che sarà possibile la ripresa anche se molti calciatori sono preoccupati della situazione e chiedono certezze riguardo alla sicurezza della salute di tutti gli addetti. E allora chi meglio del Presidente AIC Damiano Tommasi può fare il pinto della situazione dalla parte dei calciatori? Queste sono le sue dichiarazioni in merito: “ Credo servano almeno 4 settimane anche se alcuni parlano di 6. Diciamo che comunque almeno 4 servono per evitare infortuni”.

“ La prudenza prima di tutto, servono certezze dal punto di vista medico. I tempi che ci aspettiamo e di cui abbiamo bisogno però non coincidono con quelli della scienza, speriamo di poter accelerare nelle prossime settimane. Abbiamo chiesto che ci sia un organo di controllo che possa dare a tutti le stesse garanzie di sicurezza”. La ripresa dei campionati potrebbe slittare al 13/14 giugno: “13 o 20 giugno? Non poniamo limiti se vogliamo essere in grado di ripartire, I giocatori non vedono l’ora di tornare in campo».