Serie D. La Pro Livorno illude ma poi cede a Poggibonsi, 2 a 1

19.12.2021 18:40 di Jacopo Morelli Twitter:    vedi letture
Claudio Costanzo
Claudio Costanzo
© foto di Restodelcalcio.com

Poggibonsi - La Pro Livorno Sorgenti quest’oggi tra le colline senesi non doveva assolutamente perdere di vista l’obiettivo: dare vita ad una striscia positiva di risultati dimenticando l’amaro in bocca tipico di un gol nel recupero che la scorsa uscita, contro il Tiferno Lerchi, ha lasciato nelle bocche dei biancoverdi. Purtroppo, il calendario si è divertito a palleggiare anche questa volta con il destino della squadra, ponendo Stringara ed i suoi di fronte a squadre di alta classifica in momenti cruciali della stagione. Adesso la Pro Livorno è ultima, potenzialmente a -6 dal Rieti, penultimo, che ha una partita sul conto da recuperare. Il Poggibonsi quest’oggi, dopo segnali positivi alla partenza del match, ha condannato i ragazzi labronici alla sconfitta, l’ennesima di una stagione dove tutto sembra andare storto per la Pro Livorno.

La partenza, come dicevamo, è stata positiva. La Pro Livorno infatti riesce a partire forte rispetto ai giallorossi, rendendosi subito pericolosa con un tiro a giro di Videtta. Qualche minuto dopo è ancora Pro Livorno, quando Baracchini riesce ad aprirsi un varco centrale lasciando partire un tiro che finisce tra le braccia di Pacini. Da questo momento, il Poggibonsi comincia a rimboccarsi le maniche, provando a giocare senza rendersi troppo pericoloso. I guanti di Blundo infatti conoscono il pallone solamente alla mezz’ora di gioco. Il giallorosso Regoli riesce a girarsi in un fazzoletto sparando il tiro da posizione centrale. Il numero uno biancoverde però non si lascia intimorire e blocca in presa sicura. La squadra di Stringara non ci sta e ne approfitta per costruire un contropiede fulminante: dopo un palleggio in avanti, Canessa viene servito ed avanza verso la porta di Pacini. Il portiere del Poggibonsi prova a bloccare la sfera ma il numero nove labronico è rapido a servire Costanzo che in corsa insacca la rete che vale l’uno a zero biancoverde. Canessa si conferma in ottima forma e la Pro Livorno può esultare. La prima pagina della storia di questa partita finisce con i biancoverdi in vantaggio, nonostante una prima parte di gioco dove nessuna delle due squadre in campo ha imposto il proprio dominio.

Inizia la seconda frazione di gioco ed il Poggibonsi effettua tre cambi. La squadra di casa riesce a spingere in avanti trovando una punizione da una distanza invitante. Riccobono calcia e la palla si stampa sulla traversa, negando la gioia del gol ai giallorossi. Il Poggibonsi è partito forte ed il neo entrato Donati riesce a calciare verso Blundo che alza sopra la traversa. Il primo squillo sul tabellino dei marcatori, nel secondo tempo, è giallorosso. Al quarto d’ora di gioco, Riccobono riceve e lascia partire un fulmine deviato dal muro biancoverde. La difesa non riesce a farsi avanti in tempo e Manfredi sulla ribattuta raccoglie la sfera per spedirla direttamente a destinazione. Rete e pareggio del Poggibonsi. Nemmeno cinque minuti dopo, Blundo toglie le ragnatele salvando ancora un tiro all’incrocio di Regoli. Una frazione di gioco difficile dove la Pro Livorno non riesce ad esprimere il proprio fraseggio per rendersi pericolosa. Infatti, al ‘30 della ripresa Muscas approfitta della poca reattività della difesa labronica e raccoglie una palla direttamente sul secondo palo. Il Poggibonsi passa in vantaggio e completa la rimonta. La partita sembra congelata e sul 2-1 finisce anche il secondo tempo. Altra sconfitta, molto pesante, che condanna la Pro Livorno ad allontanarsi dal gruppo salvezza.

Ennesimo pomeriggio amaro per Stringara ed i suoi tra le affascinanti colline senesi. Soprattutto nel secondo tempo, il Poggibonsi ha preso in mano lo scettro della partita rendendosi pericoloso molte volte nelle zone difese da Blundo. Adesso il mare comincia ad essere profondo per la Pro Livorno. Il campionato è ancora lungo e la squadra biancoverde ha la possibilità di rendere il sapore del torrone meno amaro prima di Natale. Mercoledì 22 dicembre infatti scenderà in campo, contro lo Scandicci. La compattezza, in momenti come questi, rende la strada meno spaventosa. E’ vero, il sentiero sembra tortuoso con il rischio di caduta libera, ma la Pro Livorno deve attraversarlo, qualunque sarà la destinazione finale. Considerando che al momento nulla è ancora scritto, ed il calcio riesce ad essere davvero imprevedibile, alle volte.

Us Poggibonsi - Pro Livorno Sorgenti 2-1, (1-0).

Us Poggibonsi: Pacini, Rimondi, Ponzio (1'st Donati), Mazzolli, Cecchi, Borri, Simoncini (1'st Poggesi), Muscas, Bellini (1'st Manfredi), Regoli, Riccobono (44'st Barbera). A disposizione: Cicali, De Vitis, Minucci, Poggesi, Barbera, Manfredi, Donati, Cioni, Ballerini. Allenatore: Stefano Calderini.

Pro Livorno Sorgenti: Blundo, Solimano, Samba (37'st Donatini), Salemmo, Cavalli, Videtta (vC), Bertini (12'st Bertelli), Costanzo (C) (45'st Rossi G.), Canessa, Tartaglione, Baracchini. A disposizione: Rossi Filippo, Figoli, Solari, Lotti, Stringara, Bertelli, Donatini, Filippi, Rossi Giacomo. Allenatore: Paolo Stringara.

Arbitro: Fabrizio Carsenzuola (sez.Legnano). Assistenti: Manuel Cavalli (sez.Bergamo), Carlo Farina (sez.Brescia).

Reti:  28'pt Costanzo (PLS), 14'st Manfredi (P), 28'st Muscas (P).

Ammonizioni: Salemmo, Bellini, Videtta, Costanzo.

Recupero: 0'pt, 4'st.