Serie D. Collacchioni, Livorno: "Pianese prima per merito, Cretella fuori"

19.11.2022 14:12 di Lorenzo Palma Twitter:    vedi letture
Mister Lorenzo Collacchioni
Mister Lorenzo Collacchioni
© foto di Lorenzo Palma per Amaranta.it

Livorno – Oggi, sabato 19 novembre, l’allenatore del Livorno Lorenzo Collacchioni ha tenuto la solita conferenza stampa pre-partita, quella di oggi in vista del big match contro la Pianese, capolista del girone E, una ottima squadra costruita per andare in Serie C e che nelle ultime settimane si è dimostrata più in forma anche dell’Arezzo oltre alle altre contendenti come Poggibonsi (altra squadra in ottima forma), il Follonica e ovviamente il Livorno.

Il mister comincia partendo dagli indisponibili: “Cretella è sicuramente fuori. Per quanto mi riguarda sono tutti importanti e non sto a fare tanta pretattica, non mi interessa contro un avversario chiunque esso sia. Ha avuto un fastidio al retto femorale, sente ancora qualcosina e come ho fatto con altri come Frati, Lo Faso e tutti gli altri, Luci stesso, se arrivi con un problema al sabato non puoi far parte della partita a meno di casi veramente particolari. È giusto pensare a domani ma ce ne ho abbastanza, Cretella non è tra i convocati così come ce ne sono anche altri. Sono ripartito dal secondo tempo contro l’Ostia, la Pianese per quanto mi riguarda non la scopro adesso, è prima in classifica per merito perché la classifica dice sempre il vero perciò è una partita che sicuramente avrà le sue difficoltà. La Pianese ha dei valori, una struttura di squadra, dei giocatori abituati a stare in quell’ambiente sicuramente sano, senza pressioni che a seconda della situazione può essere un bene o un male ma loro lo stanno tramutando in un bene, si vede che giocano liberi di testa, che si aiutano. Sta a noi trovare dei difetti e delle crepe nella loro fisionomia, contro una squadra del genere non possiamo aspettare alcun episodio che ci possa far cambiare marcia. Noi dobbiamo andare forte, ci sono poi anche dei cambi che saranno fondamentali ma dobbiamo subito dare un’impronta decisa. Pecchia che rientra ha caratteristiche diverse dalle altre quote, vi dico già che domani ci sarà una formazione diversa dalla scorsa, sicuramente è una pedina importante, lui è anche una quota e la formazione va fatta con le carte d’identità in mano, le quote fanno spostare gli equilibri anche in base alle quote che sono in campo. A me e a tutta la squadra l’assenza dei tifosi pesa perché in un ambiente del genere ci poteva dare una mano, potevano darci qualcosa in più. Ora entro nel merito forse non mio ma secondo me è una decisione assurda, sono andato lì a giocare anche con altre squadre, ho fatto lì una partita della vittoria di campionato della Pistoiese, c’erano 1000/1500 tifosi e non è successo niente. Ne prendiamo atto e andiamo lì senza alibi però sicuramente coi tifosi sarebbe stata un’altra cosa per quanto ci riguarda, cercheremo di dare una soddisfazione per quelli che ci guardano da casa, giocheremo come  sempre anche per loro”.