La presentazione. Cenaia-Livorno, vietato distrarsi

27.03.2024 18:33 di Luca Aprea Twitter:    vedi letture
Cenaia-US LIVORNO
Cenaia-US LIVORNO
© foto di Amaranta.it

Livorno - Guai ad abbassare la guardia. Nel turno infrasettimanale il Livorno, dopo aver ritrovato la vittoria contro il San Donato Tavarnelle, fa visita al fanalino di coda Cenaia. Staccatissimo dalle dirette rivali per la salvezza la squadra arancioverde ha, forse, come unico obiettivo quello di evitare l'ultimo posto in classifica. Tuttavia il Livorno non è nella posizione di poter snobbare nessuno. La vittoria è un obbligo per tenere accesa la fiammella della speranza e non avere (altri) rimpianti. 

Per quanto riguarda la formazione mister Fossati, che torna in panchina dopo aver scontato i due turni di squalifica, i principlai problemi li avrà in attacco. Il tecnico amaranto dovrà infatti rinunciare allo squalificato Giordani e, con tutta probabilità, anche all'acciaccato Rossetti che potrebbe al massimo essere a disposizione per la panchina. Salgono quindi le quotazioni di Sacha Cori che si gioca una maglia con Tenkorang. Per l'altro posto nel reparto avanzato il favorito è chiaraente Luis Henrique ma potrebbe trovare spazio anche Menga entrato molto bene nello scampolo di gara disputato sabato in cui è riuscito a servire l'assist per il 2-0 di Sabattini che ha chiuso la gara con i gialloblu. Ma attenzione a qualche possibile variazione tattica imposta dall'emergenza. L'altro dubbio riguarda il solito ballottaggio per la quota 2005 tra Goffredi e Savshak con il secondo leggermente favorito.

In casa arancioverde nessun particolare problema di formazione per mister Agostino Iacobelli che, con la tranquillità di chi non ha niente da perdere, cercherà di conquistare con i suoi ragazzi un risultato prestigioso.

Si gioca al "Mannucci" di Pontedera giovedì 28 marzo con fischio di inizio alle ore 14.30. Arbitrerà Grieco di Ascoli Piceno. Dall'uovo di Pasqua dovranno uscire solo i tre punti, le brutte sorprese non sono (più) ammesse.