Serie D. Favarin, Livorno: "Adesso dobbiamo spingere sull'acceleratore"

18.11.2023 17:03 di Andrea Mercurio Twitter:    vedi letture
Favarin al Centro Coni
Favarin al Centro Coni
© foto di Amaranta.it

Tirrenia - La prossima gara è sempre quella più importante e ciò per il Livorno è tanto più vero adesso dopo il big match pareggiato a Piancastagnaio e alla vigilia di una partita casalinga dove sarà necessario ritrovare il successo dopo troppi passi falsi. L'avversario di domani, domenica 19 novembre, è il Cenaia e della gara ha parlato nella conferenza stampa di vigilia il tecnico Giancarlo Favarin.

“Con Gavorrano, San Donato e Pianese abbiamo fatto tre ottime partite anche dal punto di vista del risultato perché non erano semplici. É chiaro che abbiamo speso energie importanti mentali e fisiche e domani chiaramente qualcosa andrà rivisto, sicuramente qualche cambio verrà fatto”.

Sul rendimento casalingo della squadra sicuramente al di sotto delle aspettative il tecnico commenta: “é inutile nascondersi dietro ad un dito, in casa dobbiamo cercare di invertire la rotta. Abbiamo incontrato squadre difficili e forse in questo momento erano più in forma di noi o una migliore forma generale, adesso però dobbiamo raddrizzare la rotta”.

Gli ultimi due gol subiti dagli amaranto sono arrivati da calcio da fermo e su questa specifica è certamente necessario migliorare: “Anche gli altri ci guardano e probabilmente vanno a lavorare sulle nostre difficoltà. In questo senso concediamo troppo e dobbiamo essere un po' più attenti e concentrati. Mercoledì abbiamo pagato questi episodi altrimenti poteva essere una partita diversa. In questo momento queste situazioni pesa un po' di più”.

Sull'impegno di domani e sull'avversario, che sta indubbiamente affrontando un momento di difficoltà, 9 partite senza vittorie di cui 7 sconfitte, Favarin è categorico: “ Non possiamo assolutamente sbagliare, la partita col Tau ci ha insegnato come affrontare squadre in difficoltà come potrebbe essere il Cenaia in questo momento. Verranno qui a fare la loro partita e non sono degli sprovveduti”.

Per la partita di domani non sarà purtroppo a disposizione, oltre a Nizzoli, anche Cori a causa dell'infortunio capitatogli con la Pianese e che lo ha costretto anche ad uscire anzitempo: “Mi dispiace per Sacha che stava facendo una bella rincorsa per ritrovare la forma giusta. Spero sia meno di quanto si dice in modo che possa accorciare i tempi di recupero. Alcuni cambi per domani erano comunque previsti perché due partite ravvicinate ci hanno fatto spendere molto e qualcosa dobbiamo cambiare. Brisciani è stato convocato in nazionale e questo è un bene per la società e è importante anche per lui perché ha fatto bene fino ad ora”.

Il nuovo acquisto Felipe Curcio, già in panchina contro la Pianese, potrebbe invece domani trovare i suoi primi minuti in amaranto: “Sa fare bene due ruoli, l'esterno a sinistra e il difensore centrale e adesso sta meglio anche fisicamente. Domani probabilmente lo potremmo vedere in campo”.

Per quanto riguarda le prossime partite nel quale il Livorno affronterà squadre sulla carta meno attrezzate il tecnico risponde: “ Il calendario effettivamente adesso potrebbe essere un vantaggio per noi per provare ad arrivare la sopra dove penso che possiamo arrivare. Io e la squadra abbiamo questa convinzione, ma le partite non sono facili e noi dobbiamo pensare una partita alla volta a partire da quella di domani. Dobbiamo spingere sull'acceleratore a testa bassa fino alla fine del campionato e poi vedere dove siamo”.