Serie B. Continua il calvario libertassino

 di Lorenzo Corradi  articolo letto 154 volte
Fonte: Ufficio stampa Libertas Liburnia
Serie B. Continua il calvario libertassino

LIVORNO. In casa contro Alba è giunta una nuova sconfitta, l'undicesima in altrettante partite, ma questa fredda domenica di inizio dicembre non ha cancellato le speranze-salvezza. A ben guardare, la zona playout per la Libertas Livorno resta vicinissima: sono sempre solo 2 i punti di ritardo dal Moncalieri. E, guarda caso, questo giovedì (ore 20,30), nel delicatissimo dodicesimo turno di campionato, Moncalieri ospiterà i gialloblu labronici. La posta in palio, al PalaRuffini di Torino, varrà doppia. Al termine della regular season, solo l'ultima retrocederà direttamente nella categoria inferiore, mentre le formazioni piazzate tra la quint'ultima e la penultima piazza daranno vita ai playout. Alba, con il successo – il terzo consecutivo – colto al PalaMacchia sale a quota 8 punti, a braccetto con Varese e Sangiorgese. Il terzetto ha acciuffato Cecina. Ricapitolando, questa la situazione nella parte bassa della graduatoria: Cecina, Sangiorgese, Alba e Varese 8 punti; Moncalieri 2; Libertas Livorno 0. Il quadro, per i ragazzi di coach Gabriele Pardini non è invidiabile, ma nulla è compromesso. La Libertas punta su una seconda fase di stagione sugli scudi. Mattia Soloperto potrà esordire con la gloriosa casacca labronica subito dopo le festività di fine anno. Salterà dunque le restanti quattro gare del mese di dicembre (si tratta delle ultime quattro partite del girone d'andata) e poi sarà pronto a fornire, sotto le plance, il suo contributo. A giorni è atteso l'esito dell'esame medico che potrebbe dare a Roberto Chiacig l'idoneità agonistica. Se tutto fila per il verso giusto, anche l'ex azzurro sarà a disposizione di Pardini fin dal 7 gennaio, in occasione del match esterno con San Miniato (prima di ritorno). Con le due torri sotto canestro – due 'lunghi' lusso per la categoria – è facile prevedere un salto di qualità. Intanto, però, giovedì, è d'obbligo andare a Torino per lottare contro Moncalieri: si deve gettare il cuore oltre l'ostacolo per cogliere i primi punti stagionali. L'orgoglio non è mancato, in questa domenica, neppure contro un'altra formazione piemontese, quella dell'Alba. Sfida piuttosto equilibata nei primi 20'. Nel terzo quarto, con un parzialone di 17-27, i biancorossi ospiti si sono issati sul 49-65. Alba ha toccato due volte il massimo divario di più 18. La Libertas non si è però arresa ed è tornata in scia, arrivando persino sul meno 6. Nel finale, gli albesi hanno nuovamente allungato per il più 14 finale. Ma la lotta salvezza non si è certo chiusa qua....

Libertas Livorno - Witt-Acqua S. Bernardo Alba 70-84

Libertas Livorno: Andrea Giampaoli 16 (0/5, 5/9), Daniele Mastrangelo 16 (5/9, 1/4), Fabio Bastoni 9 (4/8), Filippo Batori 9 (3/9), Gianluca Giorgi 7 (3/5, 0/3), Marco Brunelli 7 (2/3, 1/4), Alessandro Ciampaglia 6 (0/3), Maurizio Pantosti, Marco Ferretti, Lorenzo Mangoni, Alberto Bernardini. All.: Gabriele Pardini.

Witt-Acqua S. Bernardo Alba: Paolo Gallo 20 (5/11, 3/3), Santiago Boffelli 16 (2/7, 4/9), Marco Negro 14 (6/9), Radu Draghici 7 (0/2, 2/5), Andrea Rampone 7 (3/4), Lorenzo Dello Iacovo 6 (0/1, 0/1), Filippo Colli 6 (2/4 da tre), Fabio Bugatti 5 (1/2, 1/1), Claudio Maino 3 (0/1, 1/6), Stefano Gioda. All.: Luca Jacomuzzi.

Arbitri: Nicola Tammaro di Montecorice e Gennaro Nuzzo di Caserta.

Parziali: 17-18, 32-38, 49-65.