C Gold. Il Don Bosco aspetta il fanalino Montevarchi

01.02.2019 20:19 di Alessandro Guerrieri Twitter:    Vedi letture
C Gold. Il Don Bosco aspetta il fanalino Montevarchi

Livorno - Due settimane dopo il bel successo su San Vincenzo, il Don Bosco torna davanti al pubblico amico per affrontare il fanalino di coda Montevarchi. Una partita dal pronostico scontato, e tutto per i rossoblu di Marco Mori, almeno a scorrere la classifica, nella quale Fantoni e compagni vantano 12 punti, mentre gli ospiti sono fermi ai 2 conquistati addirittura lo scorso 13 ottobre nella vittoriosa trasferta proprio a Livorno, ospiti della Liburnia Libertas. Da quel giorno, la bellezza di tredici sconfitte consecutive che i valdarnesi proveranno ad interrompere al Pala Macchia.

A far sorridere i tifosi della Pallacanestro Don Bosco ci sono anche i numeri di queste prime quindici giornate di campionato. I livornesi tirano con il 44 per cento da due punti e il 30 nelle “bombe”, percentuali nettamente migliori di quelle di Montevarchi, rispettivamente il 40 ed il 25 per cento. Se aggiungiamo la supremazia sotto le plance, con quasi tre rimbalzi arpionati in più dei rivali, ecco che la favorita del match non può che essere il Don Bosco, come testimoniato anche dal successo esterno, per 82 a 75 nella partita di andata.

Coach Mori presenta così la sfida contro i valdarnesi: “Affrontiamo una squadra che arriva dalla pesante sconfitta incassata contro la Libertas Liburnia, e arriverà a Livorno per riscattare quel kappao. Per noi si tratta di una partita importante. Dovremo essere bravi a non sottovalutare l’avversario, entrando in campo molto determinati. Obbligatorio difendere forte, per poi sfruttare gli spazi ed andare in contropiede, facendo molta attenzione ai loro due migliori giocatori: Malatesta e Yerandi. Noi arriviamo alla sfida dopo una settimana nella quale abbiamo lavorato in maniera ottimale, con il roster al completo, sono soddisfatto della applicazione dei miei ragazzi, adesso sta a loro tradurla in una ottima prestazione domenica prossima sul parquet del Pala Macchia.