Il Livorno inciampa nella sfortuna

 di Francesco Massei Twitter:   articolo letto 609 volte
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com
Il Livorno inciampa nella sfortuna

Livorno – In una Pontedera completamente amaranto, il Livorno non va oltre l’1 a 1 contro il Prato. Un risultato a dir poco bugiardo quello maturato al Mannucci: Luci e co infatti, dopo lo sfortunato autogol di Gasbarro, hanno preso letteralmente d’assalto la porta difesa da Alastra, riuscendo a pareggiare solamente a pochi minuti dalla fine grazie al rigore realizzato da Pedrelli. Sfortuna a parte, possiamo dire di aver visto un altro Livorno, rispetto a quello di sette giorni fa con il Gavorrano: forse sì un po' di confusione in alcune trame di gioco, ma la squadra è apparsa decisamente più tonica, sveglia e vogliosa. Una serie di fattori che hanno soddisfatto anche i quasi 900 livornesi giunti in provincia di Pisa, che al termine della gara hanno salutato i giocatori con un sonoro applauso di incoraggiamento. La serie C infatti, è proprio questa: non sempre i valori reali delle squadre a confronto, riescono ad emergere e pe questo possiamo dire che visto come si era messa inizialmente, questo punto potrà valere molto nell’intero campionato. Ne sono un esempio le sconfitte dello scorso anno con Olbia e Siena, dove il Livorno non prese neppure un punto; a fine torneo; adesso però, la prova di Pontedera è già da archiviare. L’unico pensiero nella testa dei giocatori di Sottil deve essere rivolto al derby di domenica, quando al Picchi arriverà la Lucchese, autentica bestia nera degli amaranto nella passata stagione.