Discussione aperta sulle condizioni dello stadio d'Ardenza

05.09.2018 13:57 di Chiara Lucchesi Twitter:   articolo letto 2339 volte
Discussione aperta sulle condizioni dello stadio d'Ardenza

Livorno - Gli amaranto di Lucarelli tra poco più di dieci giorni faranno il loro esordio in serie B tra le mura amiche pronti a dare battaglia di fronte al proprio pubblico. Purtroppo però, non si può solo parlare di cose di campo ma continua a tenere banco l’annosa questione delle condizioni dello stadio. Sono anni che l’Armando Picchi non gode di buona salute. Basta fargli un giro intorno ed è evidente che la struttura è costellata di crepe e impalcature poste a rimedio. Da più parti si sente parlare di proposte per buttare giù la vecchia struttura (tranne la tribuna coperta perché tutelata) per costruirne una nuova ma nessun progetto prende poi piede realmente. E allora si discute sulla messa in posa dei seggiolini richiesti dalla Lega di serie B. Si rimpallano responsabilità tra comune e società e alla fine la confusione tra i tifosi amaranto regna sovrana. Infine, notizia delle ultime ore, è che sono stati interdetti molti posti in curva nord e in gradinata e che i possessori degli abbonamenti dovranno vedersi cambiare il posto. Insomma, una gran confusione su tutta la linea che crea un diffuso malcontento che sicuramente non può far bene a nessuno. Il Livorno ha riconquistato il palcoscenico del calcio che conta e sia la squadra che i suoi tifosi hanno diritto ad avere uno stadio degno della storia e della passione che accompagnano i colori amaranto. Intanto l’avventura della serie B riparte e speriamo che chi ne ha competenza agisca nel bene di tutti.