Serie B, il punto dopo l'undicesima. Pescara e Palermo volano, tonfo del Benevento

06.11.2018 23:46 di Carlo Grandi  articolo letto 136 volte
© foto di Federico Gaetano
Serie B, il punto dopo l'undicesima. Pescara e Palermo volano, tonfo del Benevento

Livorno - E' stata una giornata ricca di sorprese l'undicesima di Serie B, ma che ha confermato ancora una volta che il Pescara non sta lassù per puro caso. 
La truppa di Pillon ha sfoderato una prestazione di carattere e approfittato delle occasioni favorevoli e del doppio vantaggio numerico (il Lecce ha terminato in 9) per portare a casa l'intera posta nei minuti finali. Un 4-2 pirotecnico con un cambio del tecnico di Preganziol rivelatosi decisivo: Del Sole entra a 6 minuti dalla fine e realizza la doppietta che tiene il delfino in testa alla classifica. Gli altri gol di Mancuso, Gravillon, Tabanelli e Palombi.

Ben 4 i pareggi di giornata a fronte di 3 vittorie interne e di 2 colpi esterni per un totale di 26 gol segnati; si è tornati in media con lo scoppiettante inizio di stagione. 

Dietro il Pescara marcia spedito il Palermo, capace di regolare il Cosenza al Barbera per 2 a 1: di Salvi e Puscas i gol rosanero, per i lupi gol del momentaneo pareggio di Baclet. La squadra di Stellone sale a 21 punti, a una sola lunghezza dal Pescara e mette luce fra sè e le inseguitrici. 

Dietro stentano le altre presunte grandi: dal Verona bloccato in casa da una Cremonese gagliarda (1-1 il finale al Bentegodi con gol di Caracciolo e Arini) al Crotone, sempre più in crisi e fermato pure dal Carpi (1-1 allo Scida gol di Molina e Concas). Ma il tonfo più clamoroso è quello del Benevento; proprio quando la squadra di Bucchi sembrava aver trovato continuità di risultati ecco che l'Ascoli va a vincere al Vigorito per 2 a 1 (gol di Ninkovic e un autogol per i bianconeri che ribaltano il vantaggio iniziale di Coda) bissando il successo ottenuto pochi giorni prima contro il Verona. 

Oltre all'Ascoli, altre due squadre in netta ripresa sono il Venezia (che vince sulla Salernitana grazie ad un gol di Domizzi) e il Perugia (corsaro a Livorno in una partita rocambolesca con due difese da film horror in cui gli amaranto fanno e disfanno a loro piacimento); al Picchi finisce 2 a 3 con un Diamanti stratosferico (doppietta per lui) e con i gol di Melchiorri,Verre e Vido su rigore per i grifoni. Amaranto ultimi, Lucarelli esonerato e presidente dimissionario, la situazioni si fa molto preoccupante per i toscani. 

Concludiamo con due pareggi mai così diversi, scialbo quello nel derby veneto tra Padova (che ha esonerato Bisoli e affidato la panchina a Foscarini) e Cittadella, finito a reti bianche: vivace invece quello fra Foggia e Brescia, finito 2-2 con reti di Mazzeo e Gerbo per i satanelli e di Torregrossa e Tremolada per le rondinelle. 

RISULTATI E CLASSIFICA

BENEVENTO - ASCOLI 1-2
CROTONE - CARPI 1-1
FOGGIA - BRESCIA 2-2
LIVORNO - PERUGIA 2-3
PADOVA - CITTADELLA 0-0
PALERMO - COSENZA 2-1
PESCARA - LECCE 4-2
VENEZIA - SALERNITANA 1-0
VERONA - CREMONESE 1-1 

RIPOSA: SPEZIA

CLASSIFICA 

PESCARA 22;PALERMO 21; VERONA 18; SALERNITANA 17; CITTADELLA,BENEVENTO,LECCE 16; BRESCIA,ASCOLI 15; PERUGIA 14; SPEZIA 13; CREMONESE, VENEZIA, CROTONE 12; COSENZA, PADOVA 8; FOGGIA 7; CARPI 6; LIVORNO 5

PALERMO,CITTADELLA,BRESCIA,ASCOLI,PERUGIA,CREMONESE,VENEZIA,CARPI e LIVORNO una partita in meno

BENEVENTO e SPEZIA due partite in meno.