A2. Ritorno col botto per la pallavolo a Livorno, Lamezia battuta 3 a 0

15.10.2018 19:40 di Carlo Grandi   Vedi letture
fonteviva livorno
fonteviva livorno

Livorno - Non poteva iniziare meglio il ritorno del grande volley nella città labronica dopo 16 anni di assenza. E tanta era la voglia di far bene dei ragazzi di Montagnani che l'avversario di turno ( un Lamezia costruito per puntare ben oltre la salvezza) è stato spazzato via con apparente facilità nonostante un inizio stentato. 

I nuovi beniamini del pubblico labronico (presente in buon numero ieri al palazzetto della Bastia, ma l'obiettivo più o meno nascosto è giocare al Modigliani con ben altra cornice di pubblico) si chiamano Paolo Zonca Igor Jovanovic; il primo una lieta sorpresa, 21 enne di Monfalcone con esperienze a Potenza Picena e al Club Italia, il secondo una garanzia e segnale che questa squadra vuole puntare molto in alto.

Ieri è andato tutto per il verso giusto; a parte una partenza a rilento nel primo set, subito prontamente rintuzzata, il resto è stato un monologo livornese, come ben descrivono i parziali ( 25-19; 25-20; 25-20). 

Primo set: Montagnani per l’esordio si affida a Jovanovic e De Santis in diagonale, Maccarone e Miscione centrali, Zonca e Wojcik di banda e Pochini libero. Risposta ospite con Negron in regia, Bigarelli opposto, Usai e Bizzotto al centro, Fantini e Szewczyk in attacco e Zito libero. Acqua Fonteviva nella nuova divisa arancio e blu e primo punto del campionato di Maccarone. Poi però ottimo avvio degli ospiti che salivano sul 3-5 prima del turno al servizio di Jovanovic che portava la Fonteviva sul 6-5. Equilibrio sul 7-7. Lamezia meno contratta e meno fallosa in queste fasi iniziali e che pro.sa Zonca su Bigarelli per la parità. Ancora Zonca su bel servizio di Wojcik (17-16). Ottimo servizio di Miscione e Fonteviva al più tre (20-17). Dentro Bruno per Szewczyk. Zonca per 21-18 e poi al muro per il 23-18. Chiusura ancora del numero otto di casa.

Secondo set: inizio equilibrato (3-3). Fonteviva che cercava in ricezione Szewczyk e che saliva sull’8-7. Un errore al centro di Lamezia portava la Fonteviva sull’11-10 ma il set rimaneva equilibrato. Ottima la difesa di Zonca e punto Wojcik. Fonteviva al 14-12 e tempo ospite. Apuana Livorno che però proseguiva nella sua marcia con Jovanovic a guidare sapientemente i suoi e Wojcik che progressivamente saliva di tono (18-14). Giallo a Lamezia sul punto del 19-15 Fonteviva. Tempo Montagnani sul minibreak ospite (19-17). Gran punto di De Santis per il 21-18. Set ancora vivo con Lamezia a crederci. Igor Jovanovic di seconda intenzione per il punto 22. Muro a tre su Bigarelli e 23-19 Acqua Fonteviva. Chiusura a 20 con Miscione.

Terzo set: ancora equilibrio (5-5). Acqua Fonteviva che provava la fuga (6-8 e 7-9) con un De Santis molto positivo. Zonca in grande spolvero e nuovo break dei ragazzi di casa (13-10). Tempo Nacci. Fonteviva sul 16-12 e dentro Grieco al servizio. Squadra di casa sul più cinque (17-12) e tempo Lamezia. I ragazzi di Montagnani volavano sulle ali dell’entusiasmo (18-12). Gara ormai in ghiacciaia e chiusura con il pubblico in piedi ad applaudire.

Prossimo impegno domenica prossima ale 18 contro il BCC Leverano in trasferta. 

IL TABELLINO DELLA GARA.

Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Briglia, Loglisci, Grieco, Miscione 3, Zonca 16, Bacci, Minuti, Wojcik 9, Pochini, Jovanovic 2, De Santis 5, Facchini, Maccarone 8. All. Paolo Montagnani; 2° all. Franchi.

Conad Lamezia: Zito, Aprile 1, Alfieri, Bizzotto 3, Fantini 12, Di Fino, Bigarelli 5, Bruno 1, Butera, De Santis, Szewczyk 6, Negron 5, Usai 5. All. Vincenzo Nacci; 2° all. Tarzia.

Arbitri: Rossella Piana (Modena) e Marco Laghi (Ravenna);  addetto Video Check  Federica Celotti

Parziali: 25-19; 25-20; 25-20.

Servizi err/punti: Fonteviva 14/2, Conad 16/2

Muri punto: Fonteviva 8; Conad 5