A2. Il derby è della Fonteviva, Santa Croce schiantata 3 a 0

27.12.2018 23:36 di Carlo Grandi  articolo letto 91 volte
A2. Il derby è della Fonteviva, Santa Croce schiantata 3 a 0

Livorno - Il derby di Santo Stefano è della Fonteviva. Grande prestazione della squadra di Paolo Montagnani che supera la Kemas e da continuità alla prova di Brescia. Una vittoria bellissima davanti ad una Bastia esaurita e calorosa. Una gara particolare, una vittoria bellissima della Fonteviva che ha regalato una grande domenica ai suoi tifosi per un gara che, per quanto si è visto sugli spalti, è stata comunque una festa del volley toscano. Non c'è stata partita, un dominio livornese dall'inizio alla fine, salvo sul finire del primo set, con un finale in volata che ha premiato Zonca e compagni. Poi la meritata festa. 

Ma ecco le parole di tre protagonisti della fantastica domenica di Santo Stefano. Prima di tutti il coach Paolo Montagnani.
“Domenica si sono avverati tanti sogni di questa estate quando stavamo costruendo questa nuova avventura – dice non senza una punta d’emozione il tecnico labronico - Uno dei sogni era quello di avere la Bastia piena. Un altro era quello di vedere una squadra competitiva e l’ultimo di battere Santa Croce nel derby del 26 dicembre. E’ stata una gara molto, molto emozionante. Io stesso l’ho vissuta in maniera molto particolare. I ragazzi sono stati bravissimi. Forse la prestazione di oggi è frutto anche della fiducia guadagnata a Brescia. Rimane rammarico per quella sconfitta perché sul 4-7 nel tie break dovevamo essere più cinici e lucidi ma quello è il passato. Con i Lupi, seppur con tante cose ancora da migliorare e da gestire con maggiore attenzione, abbiamo giocato una partita consistente, in alcuni tratti strepitosa. Alcuni giocatori hanno fatto particolarmente bene. Zonca ha dimostrato di essere un giocatore top per la categoria, facendo le cose importanti per la squadra nei momenti importanti. De Santis ha fatto molto bene. Ma direi tutti hanno giocato bene nella correlazione muro difesa e nelle percentuali d’attacco”. E conclude Montagnani. “Siamo stati bravi a trovare delle crepe nell’impianto di gioco dei nostri avversari e di questo devo ringraziare lo staff, Ceccarini, Franchi e Kota Yamamura, che in poco tempo ci hanno dato le tracce giuste su cui muoverci durante la gara e che, alla fine, ci hanno dato grande vantaggio. Ringraziamo il pubblico, lo staff tecnico ed i giocatori che hanno regalato a Livorno, Massa ed a me in particolare una grande soddisfazione”. 
Prossimo impegno domenica prossima alle 18 sul parquet di Lamezia, e speriamo con tutto cuore di rivedere la squadra vista stasera. 

 

ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3-0
Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Briglia, Loglisci, Grieco, Paoli 7, Miscione, Zonca 19, Bacci, Minuti, Wojcik 9, Pochini, Jovanovic 4, De Santis 13, Facchini, Maccarone 5. All. Paolo Montagnani; 2° all. Franchi.
Kemas Lamipel Santa Croce: Andreini, Bargi 9, Ferraro M. 4, Baciocco, Miselli 2, Colli 10, Crò 1, Acquarone, Pereira da Silva 16, Tamburo, Grassano, Ferraro D., Snippe 9. All. Pagliai. 
Arbitri: Vincenzo Carcione (Roma) e Alessandro Noce (Frosinone); addetto Video Check Daniele Spitaletta.
Parziali: 26-24; 25-18; 28-26.
Servizi err/punti: Fonteviva 11/8, Lupi 13/4
Muri punto: Fonteviva 8; Lupi 9.