Serie B, il punto dopo la sedicesima giornata: Benevento allunga

17.12.2019 18:52 di Carlo Grandi   Vedi letture
Serie B, il punto dopo la sedicesima giornata: Benevento allunga

Un turno che non ha provocati grandi scossoni in classifica quello appena trascorso di Serie BKT, campionato che sto avvicinandosi lentamente al giro di boa. Un turno che ha visto pi\ equilibrio tra le squadri che giocavano in casa  (5 successi) e quelle che giocavano in trasferta (4 successi) con un unico pareggio, per un totale di 27 gol segnati. 

Un Benevento che non si ferma più quello visto di scena a Livorno, contro un avversario allo sbando e prigioniero più dei suoi problemi interni che dei suoi limiti tecnici. Un 2 a 0 che non ammette repliche, frutto dei gol di Kragl e di Letizia, uno per tempo che rovinano l'esordio del nuovo tecnico amaranto​ Tramezzani. 

Dietro tiene il Pordenone, che va a vincere d'autorità al Marulla di Cosenza con il risultato di 2 a 1. I gol di Strizzolo (2) mettono le ali ai friulani che tengono il passo delle streghe a 9 lunghezze di distacco; inutile il gol dei calabresi di Lazaar per il definitivo 2 a 1. 

Sul terzo gradino del podio siede il Frosinone, che continua nella sua risalita vincendo per 2 a 0 allo Stirpe contro il Pescara; i gol di Maiello e Dionisi, per la settima vittoria nelle ultime 9 gare disputate. 
Continua nella sua risalita pure l'Entella, che dopo un periodo in chiaroscuro inanella la terza vittoria consecutiva vincendo contro un Empoli sempre più in crisi. Un netto 2 a 0, frutto dei gol di Morra e De Luca nel primo tempo, che riporta i liguri a quota 25, a soli 2 punti dal secondo posto.

Cadono e pure malamente le venete, con il solo Venezia che impatta contro lo spezia (0-0); il Cittadella perde ad Ascoli una gara combattutissima decisa da un gol di Scamacca al 51', mentre il Chievo si fa rimontare dalla Juve Stabia a domicilio in modo rocambolesco. Clivensi avanti 2 a 0 con Rigione e Pucciarelli, poi nel secondo tempo raggiunti e superati dai gol di Addae e dalla doppietta (entrambi su rigore) di Forte. Per le vespe una vera e propria boccata d'ossigeno in ottica salvezza.

Entra in zona playoff il Pisa, che espugna trapani con un secco 3 a 1; a 40 anni suonati timbra il cartellino Moscardelli con una doppietta, segna Pinato il primo gol dei nerazzurri e accorcia Pettinari per una vittoria di platino della squadra di D'Angelo che apre scenari di alta classifica per i toscani.

Dietro è bagarre in zona playoff, con le vittorie di Salernitana e Cremonese che accorciano ulteriormente la classifica. La squadra di Ventura vince una partita memorabile contro il Crotone per 3 a 2, nonostante la contestazione  dei propri tifosi; prima va sotto con il gol di Golemic (che si fa anche espellere), poi rimonta con Jallow (che esulta polemicamente sotto la curva, venendo ricoperto di fischi per il resto della gara) e con Gondo, subisce il 2-2 con l'autorete di Jaroszynski e la vince ancora con Gondo a tempo scaduto.
La Cremonese ottiene una vittoria scacciacrisi contro il Perugia, vincendo allo Zini per 2 a 1; di Claiton e Piccolo i gol dei grigiorossi, gol della bandiera degli umbri di Iemmello. 

RISULTATI E CLASSIFICA

ASCOLI - CITTADELLA 1-0
CHIEVO - JUVE STABIA 2-3
COSENZA - PORDENONE 1-2
CREMONESE - PERUGIA 2-1
ENTELLA - EMPOLI 2-0
FROSINONE - PESCARA 2-0
LIVORNO - BENEVENTO 0-2
SALERNITANA - CROTONE 3-2
TRAPANI - PISA 1-3
VENEZIA - SPEZIA 0-0

CLASSIFICA 

BENEVENTO 37; PORDENONE 28; FROSINONE 26; ENTELLA. CITTADELLA 25; CHIEVO, ASCOLI 24; PISA, PERUGIA 23; CROTONE, SALERNITANA 22; PESCARA, EMPOLI 21; SPEZIA, CREMONESE 20; VENEZIA 19; JUVE STABIA 17; COSENZA 14; TRAPANI 13; LIVORNO 11.