Prima categoria. Ride solo il Castiglioncello.

26.02.2019 15:03 di Marco Girolami Twitter:    Vedi letture
Prima categoria. Ride solo il Castiglioncello.

Castiglioncello- Nel match di alta classifica il Donoratico esce sconfitto in casa contro il Montelupo per 1 a 2 e scivola in quarta posizione a meno quattro dalla vetta. La gara, condizionata dall’espulsione di Malsasoma nella prima mezz’ora di gioco, ha visto gli amaranto sempre in partita con diverse occasioni per segnare,  ma la traversa prima ferma Berretti ed un millimetrico fuorigioco rende vano il tentativo andato a buon fine di Bussotti. Gli ospiti, cinici e spietati , capitalizzano al meglio le due opportunità capitate. Agostini nel primo tempo, e Kalil nel secondo, hanno permesso ai fiorentini di rientrare a casa con l’intera posta in palio, scavalcando in classifica proprio gli avversari di giornata. A poco è servita la rete di Fabbrizi allo scadere, se non a fissare il punteggio sul definitivo 1 a 2.

Il Castiglioncello vince e convince contro le Capanne , espugnando il campo pisano per 0 a 2 grazie ad un rigore di Simoncini ed un tap-in di Cisse’ nella prima frazione. La gara, non priva di insidie, è stata interpretata al meglio dagli undici di Citi che mai hanno rischiato, nonostante la fame dei padroni di casa. Il Capanne difatti mai si è reso pericoloso dalle parti di Barbetta, anzi era proprio il Castiglioncello a creare più volte il presupposto per rendere ancora più rotondo il risultato. Con questi tre punti i giovani azzurri si assestano in sesta posizione a ridosso della griglia playoff.

Si interrompe la striscia positiva dell’Academy che soccombe per 5 a 2 sul campo della capolista Saline. Gli elbani son comunque riusciti a metter paura agli uomini di Guarguaglini , obbligando loro a sudare parecchio per raggiungere la vittoria, vittoria conquistata nel finale di gara quando gli ospiti si sono sciolti come neve al sole. Al cinquantesimo Dedja su rigore riusciva a recuperare la rete del vantaggio momentaneo dei locali, ed a dieci minuti dal termine, Fusai, sempre su calcio di rigore portava gli elbani sul 3 a 2 alimentando nuovamente le speranze di pareggio per i  biancorossi. Ci pensa però il protagonista di giornata Passalaqua allo scadere ( 4 reti per lui questa domenica) a far capitolare gli ospiti portando a 5 le marcature del Saline. La prova dell’Academy comunque è stata buona, mettendo più volte in difficoltà la capolista, invidiabile per capacità di far male appena gli avversari lasciano un pertugio. Gli elbani scivolano in penultima posizione a meno un punto dal trio Fornacette, Lajatico e Butese.