Spinelli: "Il calcio prenda esempio, giusto annullare tutto"

28.03.2020 08:03 di Carlo Grandi   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Spinelli: "Il calcio prenda esempio, giusto annullare tutto"

Livorno - Alla luce della decisione delle federazioni di basket e rugby di annullare tutti i campionati della stagione in corso, si sta pian piano facendo strada l'ipotesi di seguire la stessa direzione anche nel calcio.

La posizione, è bene dirlo, vanta illustri sostenitori, come la Juventus, l'Inter e la Roma, che dalla bocca dei loro presidenti hanno già espresso parere favorevole alla soluzione annullamento.

Sullo stesso binario viaggia anche il presidente amaranto Aldo Spinelli, che ha rilasciato nella giornata di ieri la seguente dichiarazione : "Speriamo che Gravina faccia lo stesso: ma lo faranno anche nel calcio, con la grave situazione che c'è in Lombardia, a Brescia e a Bergamo, non penso che i campionati possano riprendere. Non pensiamo però ai campionati - ha proseguito Spinelli - ma alla salute delle famiglie italiane. A 80 anni come ho io bisogna stare in casa in quarantena, e noi seguiamo le disposizioni dello Stato. Ma lo Stato si deve muovere perché ci sono parecchie aziende, anche di diversi imprenditori amici miei, che sono ferme. Ha fatto bene Conte a dire all'Europa che bisogna muoversi o altrimenti andiamo avanti da soli". "Mi mancano il lavoro - ha concluso Spinelli - i miei dipendenti del porto, anche se noi in azienda continuiamo a lavorare. Mi manca il campo, mi mancano i tifosi e la squadra. So che i giocatori sono tutti a Livorno, nessuno si è mosso e si stanno allenando a casa. E il prossimo anno se avremo la fortuna di rimanere in serie B speriamo di restarci e di evitare gli errori che abbiamo commesso quest'anno".