Salvetti ed i tifosi: "Spinelli esca di scena dando forza al suo passato"

08.07.2021 23:24 di Marco Ceccarini   vedi letture
Salvetti ed i tifosi: "Spinelli esca di scena dando forza al suo passato"
© foto di Amaranta.it

Livorno – Il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, al termine dell’incontro con tifosi organizzati, ultras e sportivi, ha fatto pervenire la seguente nota: “Tutti insieme, senza distinzioni, ognuno con la propria storia e con le proprie posizioni prese negli anni, ma ora tutti uniti nel mettere sul tavolo e all’attenzione generale l’orgoglio e il senso di appartenenza. Gli sportivi amaranto, i rappresentanti della curva, i referenti di tutti i club con il sindaco e l’amministrazione comunale hanno discusso ed esaminato il preoccupante quadro che caratterizza il futuro del Livorno calcio. Nel momento in cui sta per andare in scena l’ennesimo passaggio in cui i soci dell’As Livorno dovrebbero decidere le sorti della squadra, la città che vive la passione calcistica lancia un messaggio univoco e forte. La famiglia Spinelli e gli attuali soci, tutti protagonisti della triste parabola che ha portato in Serie D il Livorno, non possono più fare calcio in questa città, devono trovare la strada giusta e farsi da parte favorendo le condizioni affinché la società possa essere ceduta a chi è realmente interessato a dare un futuro calcistico a Livorno. Il tutto con la consapevolezza che non esistono e non esisteranno più le condizioni per giocare all’Armando Picchi ed avere il sostegno della tifoseria e non sarà accettato senza proteste marcate il tentativo di ‘appoggiarsi’ su altre strutture per potersi iscrivere al campionato. La richiesta esplicita è adesso ad Aldo Spinelli, un ultimo incontro con il primo cittadino e una rappresentanza di sportivi organizzati da tenersi a Genova o in qualunque altro luogo, per spiegare bene al patron genovese l’irreversibilità della situazione e l’unica alternativa possibile per uscire di scena con un gesto che vada a dar forza ai successi ottenuti in questi 22 anni piuttosto che agli innumerevoli errori compiuti che hanno finito per distruggere la passione di migliaia di tifosi”.

Così conclude il comunicato inviato da Salvetti: “I sostenitori amaranto e la città sono compatti, Spinelli e gli attuali soci devono essere pronti a raccogliere l’invito evitando ostruzionismi ed atteggiamenti distruttivi che non possono più essere accettati”.