Sala stampa. Dal Canto: “Vinta la partita più opaca, bravi a gestirla”

25.10.2020 17:55 di Luca Aprea Twitter:    Vedi letture
Alessandro Dal Canto (Livorno)
© foto di Luca Aprea/Amaranta.it
Alessandro Dal Canto (Livorno)

Meda – Finalmente la vittoria. Mister Alessandro Dal Canto, l'aveva chiesta alla vigilia e finalmente è arrivata. Il tecnico amaranto è visibilmente soddisfatto dopo il primo successo stagionale sul campo del Renate: “Siamo a riusciti a vincere forse nella partita più opaca, ma dobbiamo essere bravi a gestire anche gare sporche come questa. La partita è stata equilibrata come ci aspettavamo, siamo stati bravi a disporci anche al sacrificio”.

Dopo tante rimonte finalmente il Livorno è riuscito a mantenere un vantaggio: “Sì, oggi abbiamo giocato con cinque giocatori offensivi ma, per come è strutturata la nostra risicatissima rosa dobbiamo impostare la squadra con la filosofia di fare un gol più dell'avversario piuttosto che prenderne uno in meno. Anche perché, anche in virtù della penalizzazione che potrebbe arrivare è importante provare sempre a vincere”.

A breve dovrebbero avere i tanti sospirati rinforzi: “Ho parlato con il presidente, dovremmo avere tre-quattro frecce in più al nostro arco. Ne abbiamo bisogno”.

Infine una battuta sull'arrivo possibile di Andrea Agostinelli, un tecnico, all'interno dello staff amaranto: “Una persona preparata e un grande professionista. Io sono abituato a dipendere dai risultati. Se arriva non è un problema, io devo solo pensare a fare risultati, sono nel calcio da tempo e so come funziona”.

Ma un grande risultato Dal Canto lo ha già ottenuto, è entrato nel cuore dei tifosi: “Io sono un introverso, non sono abituato per via del mio carattere a ricevere queste manifestazioni di stima. Ma fa piacere. Tuttavia qualunque cosa succeda io nasco e muoio qui a Livorno. Io dipendo dai calciatori, il mio compito è solo quello di metterli nella migliore condizione di esprimersi”.