Quarto tempo. Quando l’impegno non basta

22.02.2021 16:19 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
Quarto tempo. Quando l’impegno non basta
TUTTOmercatoWEB.com

Livorno. Il Renate di Diana lotta per la promozione diretta. Il Livorno di Dal Canto, per la retrocessione diretta. Alla 26esima giornata, il gap in classifica è di una trentina di punti. E si vedono tutti, soprattutto nel primo tempo quando i nerazzurri che vengono dalla Lombardia concretizzano il massimo risultato con il minimo sforzo. Una vittoria di misura con un gol dal dischetto che li rilancia nella corsa alla promozione e che fa sprofondare ancora di più il Livorno.

Perdere, anche in casa, con un una squadra del genere ci può stare. C’è da dire, però, che dietro lo scarto minimo del risultato si è visto tanto impegno, tanta buona volontà e tanta voglia di lottare. E anche un buon secondo tempo, con varie occasioni create e forse anche un rigore ingiustamente negato. Ma quando i limiti tecnici e tattici sono così evidenti, la buona volontà non basta, in particolare se si gioca con uno squadrone.

C’è da correre ai ripari e invertire la tendenza con il gioco e con i risultati, meritarsi un po’ di fortuna e il rispetto della classe arbitrale, come ha già detto qualcuno. Le domeniche passano in fretta e i numeri ora fanno davvero paura.

Livorno – Renate 0 : 1