Quarto tempo – Non siamo al cento per cento

27.06.2020 16:43 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it
Quarto tempo – Non siamo al cento per cento

Castellammare di Stabia – Tutto un altro Livorno quello che espugna il Menti con una grande prova di carattere e determinazione. Un Livorno al quale non eravamo più abituati che ha dimostrato l’attenzione necessaria nei momenti difficili della gara e la lucidità nell’aspettare e concretizzare le occasioni create nella parte finale. Dietro alla vittoria in Campania c’è il grande lavoro di mister Filippini che ha preparato la partita studiando l’avversario e preparando mosse e contromosse sia a Tirrenia che durante la partita.

“Abbiamo preparato un primo tempo di minore intensità perché fondamentalmente non siamo al cento per cento”. Nell’intervallo la svolta con il cambio di modulo che trasforma la squadra e la partita. All’appunto sui due gol subiti su calcio di punizione: “Dobbiamo alzare l’asticella anche sui calci piazzati, questo è un problema ma cercheremo da oggi in poi di trovare le soluzioni giuste. E ce ne son tante”.

A fine intervista, il mister spende belle parole per i giovani Ruggiero e Morelli. E dopo l’allusione agli scaricatori di porto e della loro fame, l’impegno per il prosieguo di un campionato non ancora finito: “Livorno è una società gloriosa e dobbiamo battagliare su ogni campo”.

La classifica cambia di poco o nulla. Il morale sì.

Juve Stabia – Livorno: 2 – 3