Quarto tempo. Miracolo amaranto

14.02.2021 17:18 di Emilio Guardavilla Twitter:    Vedi letture
Quarto tempo. Miracolo amaranto
TUTTOmercatoWEB.com

Livorno. Da noi, il vento la fa da padrone. Porta via i discorsi, le biciclette e anche i punti in classifica. Nella 24esima di campionato, con l’Olbia, ha soffiato da terra, gelido e teso, e ci ha portato via tre punti che sembravano già in cascina all’inizio della ripresa. Tre punti che ci avrebbero fatto uscire da un tunnel di sconfitte senza fine a cui ci siamo abituati per forza di cose. Per cause di forza maggiore.

Rimontati in maniera drammatica in un doppio vantaggio da orgasmo per i tempi che corrono, siamo andati sotto fino alla fine dei tempi regolamentari. Nel recupero, la direzione del vento non è cambiata. Ma  abbiamo trovato, meglio dire profondamente cercato e voluto, il meritato pareggio.

Anche questa volta, come domenica scorsa, abbiamo visto sei gol. La differenza è che, con i sardi, tre li abbiamo fatti anche noi. L’ultimo, con un colpo di coda degno della nostra storia e del nostro blasone.

Qualcuno degli addetti ai lavori ha parlato di miracolo sportivo. Chi scrive e chi legge non può dargli torto. Di questo si tratta. E va preso come una dimostrazione di grande professionalità e impegno del mister e di quei tesserati last minute che si trova a gestire, domenica dopo domenica, con grande intelligenza, umiltà e senso del dovere. Permettersi di affermare il contrario sarebbe da veri incompetenti. E non da sportivi quali ci vantiamo di essere. La strada è ancora lunga. Buon compleanno, Livorno.

Livorno – Olbia 3 : 3